Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il viaggio immobile: corpi, schermi e realtà virtuali

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Andrea Leone Contatta »

Composta da 71 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1417 click dal 16/01/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Andrea Leone

Mostra/Nascondi contenuto.
11 qualunque forma di realtà a questo tipo di fenomeni. Innanzitutto la realtà specifica di questi spazi, pur non essendo una realtà fisica, è strutturata sul modello costituito dalla realtà fisica. Così, uno spazio virtuale non è uno spazio fisico, a volte addirittura è completamente diverso da quello reale, ma è sempre strutturato in modo “simile” ad esso; simile in quanto “possono essere istituite relazioni analoghe a quelle che istituiamo abitualmente all'interno di uno spazio reale: vicinanza e lontananza, sinistra e destra, sopra e sotto” 5 . Inoltre in questi spazi possiamo “navigare”, muoverci in una dimensionalità come facciamo nello spazio reale, cioè, in definitiva, “agire”. Un ambiente virtuale, se viene percepito come reale ed appare come tale, permette infatti all’utente di sentirsi come fisicamente presente in un mondo altro. Questa “immersione” è possibile solo nel momento in cui la tecnologia diventa invisibile ed inavvertibile. Nel momento in cui la tecnologia svela se stessa l’illusione della presenza si dissolve. Un ambiente virtuale è quindi un ambiente spaziale simulato, creato e gestito elettronicamente, con il quale l’utente può interagire e nel quale può sentirsi come realmente presente. A sua volta è necessario che l’ambiente appaia consapevole della presenza dell’utente e reagisca di conseguenza. Per progettare un ambiente virtuale realistico si ha bisogno, quindi, di computer con 5 http://www.mediamente.rai.it/mediamentetv/learning/ed_multimedi ale/lezioni/05/index.htm
Estratto dalla tesi: Il viaggio immobile: corpi, schermi e realtà virtuali