Skip to content

Sviluppo di Sensori Passivi di Campo Elettrico Indossabili per Radiofrequenze

Estratto della Tesi di Fabio Simoncini

Mostra/Nascondi contenuto.
13 1.3 Inquinamento Elettromagnetico La capillare diffusione di impianti di telecomunicazioni sul territorio, l’intensificazione della rete di trasmissione elettrica nonché la diffusa urbanizzazione, hanno contribuito negli anni a destare l’interesse della popolazione riguardo i possibili effetti sanitari derivanti dalle sorgenti di campi elettromagnetici artificiali, che alterano il naturale e pre-esistente campo elettromagnetico della terra (inquinamento elettromagnetico). Le stazioni radio base descritte precedentemente, per esempio, in termini di inquinamento elettromagnetico non preoccupano molto date le loro ridotte potenze di trasmissione, quello che preoccupa è il libero mercato delle telecomunicazioni, la cosiddetta libertà di antenna che spinge i vari gestori telefonici ad installare le varie stazioni in maniera così capillare sul territorio rendendo i valori di campo elettrico spesso al limite dalle norme previste in materia di compatibilità elettromagnetica. Nel1996 la Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS (in inglese World Health Organization, WHO) avvia il Progetto Internazionale Campi Elettromagnetici (CEM) col fine di analizzare i problemi sanitari associati all’esposizione di tali campi; partecipano la Comunità Europea, l’ Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (AIRC), la Commissione Internazionale per la Protezione dalle Radiazioni Non Ionizzanti (ICNIRP) e molte altre istituzioni scientifiche di tutto il mondo [1.6]. Le ricerche hanno rilevato effetti a breve e a lungo termine, ma, mentre per i primi esiste un ampio consenso scientifico che ha permesso anche ai governi nazionali di adottarsi di un quadro normativo di riferimento, per gli effetti a lungo termine la comunità scientifica ad oggi non riesce ad esprimere un univoco parere, alimentando così una senso di confusione ed incertezza da cui i cittadini possono solo difendersi con principi di prevenzione e precauzione. 1.3.1 Effetti a breve termine Gli unici meccanismi di interazione dei campi elettromagnetici con i tessuti biologici, di breve durata e scientificamente accertati, si traducono negli effetti di: - induzione di correnti elettriche nel corpo, dovute a campi fino circa 10 MHz, - assorbimento di energia elettromagnetica con rialzo termico, per campi superiori a 10 MHz. Tali effetti vengono definiti acuti o a soglia, in quanto si manifestano al di sopra di una determinata soglia di induzione, per la quale esiste un ampio consenso scientifico, espressa in termini di grandezza fisica dosimetrica, che permette in seconda battuta di definire adeguati valori limite preventivi di esposizione. L’accoppiamento con il corpo umano dei campi elettrici e magnetici a bassa frequenza (ELF) e fino a 10 MHz, da luogo a campi e correnti elettriche che circolano nei tessuti, che se di intensità superiori ai naturali processi chimici che avvengono nel corpo possono provocare stimolazioni nervose, contrazioni muscolari, presenza di fosfeni sulla retina (leggeri lampi luminosi percepiti alla periferia del campo visivo), ed in casi più gravi anomalie respiratorie [1.7]. Per le correnti indotte, la grandezza dosimetrica prevista corrisponde al campo elettrico interno E i espresso in Volt/metro, ed il valore di soglia misurato varia con la frequenza e l’effetto accertato; i limiti ricavati evitano che le correnti indotte possano interferire con i normali meccanismi fisiologici. Salendo in frequenza, ai campi a radiofrequenze e microonde, l’interazione con gli organismi viventi avviene per assorbimento di energia; tale
Estratto dalla tesi: Sviluppo di Sensori Passivi di Campo Elettrico Indossabili per Radiofrequenze

Estratto dalla tesi:

Sviluppo di Sensori Passivi di Campo Elettrico Indossabili per Radiofrequenze

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Simoncini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Elettronica
  Relatore: Ermanno Cardelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 75

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

elettrosmog
camera semianecoica
energy harvesting
e-field probe passive
sonde campo elettrico passive
e-fiel probe wearable
misuratori campo indossabili
icnirp
rf energy harvesting
moltiplicatori di tensione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi