Skip to content

CINA: Il ruolo degli investimenti diretti esteri e la strategia di investimento in Italia: i casi di ChemChina e Haier Group

Estratto della Tesi di Marika Costanzo

Mostra/Nascondi contenuto.
3 risultati sperati in quanto aveva causato la crescita di piccole proprietà non efficienti, ed è per tale ragione, che, quasi contemporaneamente, venne introdotta una seconda riforma agraria, il cui scopo era stimolare la crescita produttiva. I singoli proprietari furono indotti a riunirsi, stagionalmente o in maniera permanente in «gruppi di mutuo soccorso» 7 . Dopo l’approvazione della legge agraria, accompagnata dalla mobilitazione dei contadini poveri contro i proprietari terrieri, si venne delineando un processo di progressiva radicalizzazione della politica cinese attraverso una serie di campagne di massa 8 dal ’51, che si protrassero per tutto il 1952. Le campagne furono, al tempo stesso, strumento per eliminare i soggetti ostili al nuovo regime e per nazionalizzare le imprese private. Nonostante i livelli di crescita del settore agricolo rimasero stagnanti, venne superata la produzione industriale del periodo pre- bellico e, in tal senso, il processo di ricostruzione si rivelò un successo. I.1.2 Il primo piano quinquennale (1953-57) La fine della guerra in Corea e la stipula di un accordo 9 con l’URSS, crearono le condizioni propizie affinché la dirigenza cinese desse avvio al primo piano quinquennale 10 . Avviato nel 1953, fu lo strumento attraverso il quale la Repubblica Popolare sviluppò un programma di sviluppo economico e sociale più consistente. Il progresso del piano accelerò il processo di collettivizzazione agricola: nel 1953 i gruppi di mutuo soccorso furono sostituiti dalle “Cooperative elementari di produzione” 11 , due anni dopo (1955) furono introdotte le “Cooperative avanzate di produttori” 12 . Alla fine del 1956 le cooperative raggruppavano l’88% delle famiglie e nel 1957 il 93%. Parallelamente si verificò l'assorbimento dell'impresa privata in 7 I gruppi erano formate da una dozzina di nuclei familiari e mettevano in comune forza lavoro e capitali. 8 Alla fine del 1951 viene lanciata la campagna dei “tre anti” (contro “corruzione, spreco, burocratismo”) intesa a creare una nuova etica pubblica. Sembra che questa campagna sia stata preliminare della campagna dei “cinque anti” contro la corruzione politica, la frode, le evasioni fiscali, la sottrazione di beni allo Stato e lo spionaggio di segreti economici di Stato, rappresentò un attacco diretto alla borghesia. 9 Trattato cino-sovietico, firmato da Zhou Enlai e Vysinskiji il 14 febbraio 1950, consta di tre documenti: un trattato d'amicizia, alleanza e reciproca assistenza; un accordo riguardante la ferrovia russo-cinese nel nord-est (ex Manciuria), i porti di Dalian e Lüxun (Port Arthur); e un accordo di aiuto finanziario. 10 Il piano quinquennale è un tipico strumento di politica economica utilizzato nei regimi ad economia pianificata dove l’iniziativa economica è prevalentemente gestita da enti pubblici. Tale strumento individua determinati obiettivi che devono essere raggiunti in un periodo di cinque anni. I piani quinquennali furono introdotti per la prima volta nell’Unione Sovietica per volere di Stalin tra il 1929 il 1933. 11 Le cooperative elementari di produzione erano costituite da una trentina di famiglie, che condividevano gli attrezzi, la terra e il lavoro, pur rimanendo proprietarie di un piccolo appezzamento di terreno. 12 Queste cooperative riunivano dalle 100 alle 300 famiglie, le quali furono costrette ad unirsi e mettere in comune ciò che possedevano. I contadini rimasero proprietari solo della loro abitazione e il restante dei beni fu confiscato per divenire proprietà della cooperativa.
Estratto dalla tesi: CINA: Il ruolo degli investimenti  diretti esteri e la strategia di investimento in Italia: i casi di ChemChina e Haier Group

Estratto dalla tesi:

CINA: Il ruolo degli investimenti diretti esteri e la strategia di investimento in Italia: i casi di ChemChina e Haier Group

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marika Costanzo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Mediazione Linguistica e Culturale
  Corso: Scienze della mediazione linguistica
  Relatore: Giorgio  Castoldi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi