Skip to content

La dualità dell'opinione: la relazione tra Giapponesi ed Ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale

Estratto della Tesi di Elisa Scimone

Mostra/Nascondi contenuto.
Scimone - La dualità dell’opinione, anno 2015-2016 6 eccezione degli Olandesi, i quali potevano risiedere solo nella piccola isola di Deshima, vicino Nagasaki. Insieme ai Cinesi e Coreani, gli Olandesi erano gli unici stranieri formalmente autorizzati a commerciare col Giappone, che nei secoli successivi si sarebbe isolato dal resto del mondo. Tale fase, in seguito, sarebbe stata chiamata sakoku jidai, ‹‹periodo del Paese chiuso››. Non solo agli stranieri era vietato entrare in Giappone, ma dal 1635, salvo rarissime eccezioni, ai giapponesi fu impedito di espatriare, e a quanti si trovavano oltreoceano, fu negato il permesso di rientrare pena la condanna a morte 4 . Tale politica di chiusura però non isolava completamente il Paese; piuttosto il commercio estero era regolato molto severamente. Senza un permesso scritto agli stranieri era però vietato l'ingresso nel Paese e ai giapponesi era proibito lasciarlo. La politica del sakoku, inoltre, non comportò un completo disinteresse verso il mondo esterno. I giapponesi mostrano interessamento in diversi campi: raccolsero informazioni sulla geografia, la storia, la scienza e la tecnologia dell'Occidente, sulla religione cristiana. Nel 1720 fu eliminato il bando d'importazione di opere occidentali, ad eccezione di quelle relative al Cristianesimo. In molti feudi si diffusero le nuove conoscenze acquisite in campo medico e altre discipline scientifiche, mentre nel 1811 il bakufu 5 provvide a fondare un centro di traduzione delle opere occidentali 6 . In questo periodo di chiusura si ebbero dei significativi cambiamenti riguardanti l'organizzazione politica, la struttura sociale, l'assetto economico e l'ambito culturale, i quali segnarono la transizione del Giappone al mondo moderno. 7 In quel periodo Edo si era trasformata nella più estesa e popolosa metropoli del Paese, divenendo, oltre che centro politico e amministrativo, anche il nucleo economico e culturale del Giappone. Il progresso economico, che si ebbe nell'arco dell'intero periodo, produsse un generale innalzamento del livello di vita, reso possibile anche da una crescita demografica relativamente contenuta; fu accompagnato dall'allargamento dell'istruzione anche al di fuori dell'élite al potere e ciò contribuì a trasformare i costumi, le abitudini e il sistema di valori giapponesi. Memorabile è stata l'attività degli studiosi di cose nazionali (kokugakusha o wagakusha ) i quali rivalutarono la tradizione e i valori indigeni, dove si ritiene sia racchiuso il genuino spirito nazionale giapponese non ancora contaminato da elementi esterni. Degno di nota fu Motoori Norinaga (1730-1801) che dedicò metà della sua vita alla compilazione del Kojiki den (Commento al Kojiki, in 48 libri), rendendo possibile ai posteri la lettura e la comprensione dell'opera redatta agli inizi dell'VIII secolo. Dato che egli compì una rivalutazione degli antichi miti shintoisti e ripropose la figura del tennō, la sua opera ebbe un importante risvolto politico, gettando in tal modo le basi ideologiche su cui si sarebbe fondata la restaurazione del potere imperiale nel 1868. L'attività del kokugakusha contribuì al distacco dalla concezione sinocentrica che aveva caratterizzato finora il mondo culturale e intellettuale giapponese e a preparare il terreno per il ritorno allo Shintoismo e alla sua trasformazione in culto di Stato nel periodo Meiji; sia al consolidamento di un'idea di identità nazionale ispirata al principio di esclusività, di unicità 8 e sul carattere divino del popolo e della Nazione giapponese. In queste concezioni però era racchiuso il fondamento di quell’atteggiamento razziale che avrebbe 4 Henshall, ...pp.88-91. 5 Bakufu: il governo militare dello Shōgun; significa letteralmente "governo della tenda", in omaggio alle tende in cui vivevano i militari durante le campagne militari. 6 R. Caroli, F. Gatti Storia del Giappone, Biblioteca Universale Laterza, Bari 2006, p.120. 7 Ibidem, …p.114. 8 Ibidem, …pp.120,121.
Estratto dalla tesi: La dualità dell'opinione: la relazione tra Giapponesi ed Ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale

Estratto dalla tesi:

La dualità dell'opinione: la relazione tra Giapponesi ed Ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Scimone
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Mediazione Linguistica e Culturale
  Corso: Lingue applicate all'ambito economico, giuridico e sociale
  Relatore: Simone Dalla Chiesa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 56

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi