Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le origini e gli sviluppi della cremazione in Europa

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Chiara Marra Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 112 click dal 28/03/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Chiara Marra

Mostra/Nascondi contenuto.
14 La cremazione sembra una soluzione semplice e pulita, non vista di buon occhio, è vero, dai cattolici e dagli ambienti ebraici ortodossi ma sanzionata dalle religioni "di maggioranza" negli Stati Uniti. Parla al cuore degli amanti della natura e del poeta, che si compiacciono di immaginare i loro resti mortali dispersi su assolati pendii o spiagge remote. E' approvata dai razionalisti, da chi si preoccupa dell'igiene pubblica e della conservazione delle risorse naturali, e da chi vorrebbe veder la fine di tutte le assurdità che accompagnano i funerali del tipo consueto. Piace infine alle persone econome: logicamente vien fatto di pensare che la spesa sia di parecchie volte inferiore a quella necessaria per essere sotterrati. Molti hanno la vaga impressione che l'impresario di pompe funebri possa essere scavalcato, e che si possa fare a meno dell'imbalsamazione; che il crematorio provvederà a sistemare la salma in una cassa o in qualcos'altro che faccia al caso, e a consegnare il tutto alle fiamme; che l'unica spesa da pagare sarà il conto del crematorio, inferiore ai 100 dollari. (Il sistema di morte americano, Jessica Mitford) Capitolo 1 Le dinamiche di una morte più leggera Allo stato attuale, il fenomeno della cremazione in Europa – nei suoi frastagliati differenziali tra stati– risulta essere un processo in fieri e minoritario che fa ancora discutere. Una devianza sociale dal modello dominante o – generalizzando - una tendenza subculturale di nicchia? È questo il simbolo di un lento ma costante mutamento sociale? È destinato ad affermarsi? Quali sono le cause che lo stanno generando? Si tratta di un processo irreversibile? Il senso comune suggerirebbe un fenomeno di secolarizzazione che apre le porte a tanti concetti affrontati dai padri della sociologia, da Durkheim a Weber, ma, parafrasando Randall Collins, tenteremo qui un’operazione di sociologia non ovvia, un’analisi di scenario introduttiva della logica disgregatrice del modello dominante dell’inumazione
Estratto dalla tesi: Le origini e gli sviluppi della cremazione in Europa