Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aleksandr Glazunov e il sassofono

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Biennio di Strumenti a Fiato

Autore: Diana Pagotto Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 141 click dal 28/03/2017.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Diana Pagotto

Mostra/Nascondi contenuto.
¨ interessante notare che Ravel nell’orchestrazione dei Quadri attribuisce al sassofono l’unico solo della partitura (Il Vecchio Castello): tale scelta risulta essere appropriata e funzionale poichØ il suo suono da un lato spicca maggiormente rispetto a quello degli altri strumenti, essendo il sassofono l’unico fiato non orchestrale, dall’altro essendo scuro e misterioso enfatizza il carattere cupo e fiabesco di questo quadro, favorendo la creazione di un’immagine sonora verosimile. Non a caso, dopo pochi anni dall’orchestrazione dei Quadri di Ravel, Aleksandr Glazunov, allievo di Nicolaj Rimskij-Korsakov, sceglie nuovamente il sassofono per un concerto solistico dal carattere cupo, misterioso e severo ma allo stesso tempo fiabesco ed espressivo, dove la scelta dello strumento Ł sicuramente sentore di modernit ma anche forte presa di posizione coloristica sulla scia degli illustri compositori di quella che ho definito la via del colore . 1.3 Aleksandr Glazunov, The Russian Brahms 1.3.1 Brevi cenni biografici Aleksandr Glazunov nasce a San Pietroburgo il 10 Agosto 1865. Fin da piccolo inizia a studiare pianoforte e all’et di 11 anni inizia a comporre. Nel corso dei suoi studi musicali apprende parte della tecnica di composizione e di orchestrazione da due grandi compositori membri del celebre Gruppo dei Cinque Milij Balakirev e Nicolaj Rimskij- Korsakov, che senza dubbio influenzarono il suo stile musicale. Un giorno, casualmente, Balakirev mi port la compos izione di uno studente di 14-15 anni, Aleksandr Glazunov: era una partitura orchestrale scritta in maniera infantile, ma il talento del ragazzo era evidente. Nicolaj Rimskij-Korsakov 10 Rapsodie Claude Debussy (1903) LØgende op.66 Florent Schmitt (1918) Quadri da un’Esposizione Musorgskij orch. Ravel (1874 - 1922) Aleksandr Glazunov
Estratto dalla tesi: Aleksandr Glazunov e il sassofono