Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'innovazione tecnologica: una leva per la crescita e la competitività del Made in Italy nel mondo

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Serena Di Nicola Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 197 click dal 05/04/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Serena Di Nicola

Mostra/Nascondi contenuto.
16 Numerosi contributi della letteratura affermano e dimostrano che investire in ricerca e sviluppo implica ottenere dei tassi di crescita più elevati. A dare conferma ai numerosi studi economici ci sono i dati concernenti gli investimenti in innovazione di diversi Paesi e i rispettivi tassi di crescita. I Paesi che investono di più in innovazione sono quelli che crescono di più e di conseguenza anche quelli che registrano una posizione competitiva migliore e duratura nel tempo. Sono gli stessi territori nazionali che hanno mostrato di saper fronteggiare eventi critici come la crisi economica provocata dalla bolla immobiliare e dal fallimento della società di credito Lehman Brothers. Figura 4 Correlazione tra spesa in ricerca e sviluppo (R&S) e crescita del PIL, dati in US$ Le prime 2500 imprese al mondo che investono in R&S 2 sono così distribuite geograficamente: 590 in Europa e 1910 in Paesi extra UE. Lo scenario da un’immagine con una forte concentrazione delle imprese più innovatrici in poche aree del mondo a conferma dei processi di concentrazione presenti in alcuni “hotspot” mondiali di innovazione. Dall’analisi possiamo osservare le imprese americane presenti tra le prime 2500 sono più di tutte le imprese europee nel complesso, seguono la classifica Giappone e Cina. Se sommiamo però tutte le imprese del continente asiatico riscontriamo che queste superano quelle del Nord America a dimostrazione di quanto detto sopra: l’Asia 2 Sulla base dei dati forniti dall’ Innovation Union Scoreboard (IUS), evoluzione dell'European Innovation Scoreboard introdotto nel 2001, è lo strumento utilizzato dall'Unione Europea per stilare, su base annuale e con criteri di comparabilità, la classifica dei Paesi europei in termini di capacità espresse di innovazione. L'IUS si basa su 25 indicatori statistici.
Estratto dalla tesi: L'innovazione tecnologica: una leva per la crescita e la competitività del Made in Italy nel mondo