Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il diritto di accesso tra trasparenza e privacy

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Lucia De Rocco Contatta »

Composta da 120 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2377 click dal 14/04/2017.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Lucia De Rocco

Mostra/Nascondi contenuto.
13 ¨ necessario che la richiesta di accesso abbia alla base un interesse differenziato e la titolarità di una posizione giuridicamente rilevante. Infatti l’art.22 del capo V° della legge n. 241/90 al primo comma recita: “ si intende per interessati tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso”. I consiglieri comunali e provinciali invece, in base ad art. 43 del D. Lgs n. 267/2000 (Testo Unico degli Enti Locali) “hanno diritto ad ottenere dagli uffici tutte le informazioni utili ad espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge”. 19 Altro importante documento normativo inerente il diritto di accesso in materia ambientale è costituito dal D.lgs. n.152/2006 20 , che nella parte I al comma 3 – sexies “Diritto di accesso alle informazioni ambientali e di partecipazione a scopo collaborativo” afferma: “In attuazione della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, e delle previsioni della Convenzione di Aarhus, ratificata dall'Italia con la legge 16 marzo 2001, n. 108, e ai sensi del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 195 21 , chiunque, senza essere tenuto a dimostrare la sussistenza di un interesse giuridicamente rilevante, può accedere alle informazioni relative allo stato dell'ambiente e del paesaggio nel territorio nazionale”. In materia ambientale dunque l’accesso alle informazioni è consentito a chiunque ne faccia richiesta senza necessità di dichiarare un proprio interesse (art. 3 D. Lgs. 19 agosto 2005, n. 195 di attuazione della direttiva 2003/4/CE). 19 Testo Unico Enti Locali a cura di Basile, Cacace e Sangiuliano, Napoli, Simone,2011, VIII edizione 20 Norme in materia ambientale, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.88 del 14 aprile 2006 21 Attuazione della direttiva 2003/4/CE sull'accesso del pubblico all'informazione ambientale. (Decreto legislativo pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 222 del 23 settembre 2005). (GU Serie Generale n.239 del 13-10-2005)
Estratto dalla tesi: Il diritto di accesso tra trasparenza e privacy