Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le politiche energetiche europee e nazionali: quali strategie?

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Romina Giovannoli Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 173 click dal 26/05/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Romina Giovannoli

Mostra/Nascondi contenuto.
23 inferiore al 6%. Questa bassa percentuale dell’energia rinnovabile nel bilancio energetico della comunità, non solo rendeva difficile il rispetto degli impegni internazionali in materia di protezione ambientale, ma metteva anche dinanzi a degli effetti negativi che in particolar modo si sarebbero ripercorsi sulla sicurezza dell’approvvigionamento e nel medio lungo termine sulla competitività economica. Nel corso dell’elaborazione della strategia per le energie rinnovabili si mise in luce anche che il livello di sfruttamento delle energie rinnovabili tra i vari Stati Membri variava per le diverse condizioni geografiche e climatiche,e soprattutto per le diverse politiche introdotte a sostegno, e che una promozione attiva delle energie rinnovabili avrebbe contribuito a proteggere l’ambiente, a ridurre le emissioni di CO2 del settore dell’energia, a diminuire la dipendenza dall’energia di importazione; promozione che avrebbe dato luogo allo sviluppo nel settore delle fonti energetiche rinnovabili a nuovi posti di lavoro. Proseguendo nelle riflessioni per elaborare la strategia, si pose in risaldo la presenza di industrie nell’Unione Europea che per molti aspetti erano tecnologicamente all’avanguardia a livello mondiale nel campo delle energie rinnovabili, al punto da poter esportare l’energia prodotta verso i paesi dell’Asia e dell’Africa per i quali si prevedeva una forte crescita del consumo di energia. Il Libro Verde nella definizione della strategia per le fonti energetiche rinnovabili fissò gli obiettivi concernenti le fonti energetiche rinnovabili, individuò gli ostacoli che impedivano una loro maggiore diffusione e le possibili soluzioni per superarli in modo da riuscire ad aumentare la loro quota, il tutto non solo avvalendosi di riflessioni e osservazioni, ma anche delle previsioni in materia di energia elaborate dai servizi della Commissione nel documento”Energia europea fino al 2020”; previsioni che erano state sviluppate sulla base di quattro scenari diversi che delineavano tutti i possibili sviluppi nei prossimi 25 anni a seguire nel campo delle fonti energetiche rinnovabili, dimostrando nello stesso tempo la necessità di un intervento per promuovere tali fonti energetiche. I quattro scenari erano:  “Saggezza tradizionale”(ConventionalWinsdon) che prende in considerazione un mondo caratterizzato da una situazione commerciale abituale (business e
Estratto dalla tesi: Le politiche energetiche europee e nazionali: quali strategie?