Skip to content

Donne e Primavera Araba: la partecipazione femminile alle ondate di rivolta e le dinamiche della post-rivoluzione

Estratto della Tesi di Luigi Limone

Mostra/Nascondi contenuto.
9 ha infatti avuto una risonanza internazionale che ha permesso a tutti, tunisini e non, di conoscere gli eventi della rivoluzione e di fare luce sulla realtà dei fatti, spesso plasmata dalla censura e dalla manipolazione del regime. Ventotto anni, candidata al premio Nobel per la pace nel 2011, Leena Ben Mhenni ha partecipato alla rivoluzione nelle strade, ha raccolto notizie tra la gente ed è stata una delle prime donne a scendere in piazza per invocare il rispetto dei diritti del suo popolo e lottare contro l’assenza di libertà di espressione nel Paese. 20 Per Leena, la data fondamentale della rivoluzione tunisina è il 17 dicembre e non il 14 gennaio, giorno della fuga di Ben Ali e della fine della rivoluzione, perché “il 14 gennaio ha come fulcro il dittatore, seppur in fuga, mentre il 17 dicembre rimanda ad un uomo che, nella sua condizione di sfruttato e insultato, rappresenta tutto il popolo tunisino sotto il giogo del regime”. 21 Nel suo blog Leena non fa sconti: vuole descrivere ogni momento della rivoluzione e non teme le violenze del regime. Lei stessa dice di sé: “Sono un elettrone libero e tale voglio rimanere. […] Voglio continuare a dissociarmi dal potere. Noi blogger siamo liberi, abbiamo sempre rifiutato di riunirci in un’organizzazione!”. 22 Riguardo al sacrificio di Mohamed Bouazizi, la blogger tunisina spiega di essere arrivata immediatamente a Sidi Bouzid appena dopo aver ricevuto la notizia del gesto del giovane venditore ambulante. Qui ha iniziato a raccogliere informazioni da inserire sul Web a tal punto che “su Twitter #sidibouzid divenne l’hashtag più utilizzato in rete e non solo da noi in Tunisia: stava facendo il giro del mondo!”. 23 Anche il momento della caduta di Ben Ali è descritto in maniera dettagliata e con una certa soddisfazione per il volgere positivo degli eventi. Di questo, infatti, riporta: “La strada straripa di gente! […] Uomini, donne, giovani, vecchi e perfino bambini e bébé nel passeggino […] I tunisini sono tutti scesi in piazza per dire no alla dittatura, no all’oppressione, no alla corruzione, no a Ben Ali!”. Poi aggiunge: “Il mio corpo è stato scosso da un brivido quando, poco dopo, tutti noi abbiamo alzato il pugno e gridato con una sola voce che ha fatto tremare la strada e cambiato il corso della storia: Vattene!”. 24 Leena è l’esempio di come una donna sia stata in grado di resistere alle intimidazioni del regime. Più volte i suoi blog hanno subito la minaccia della censura e più volte si è trovata a dover guardare dritto negli occhi gli uomini di Ben Ali determinati a fermarla. Ostacolata fin da giovane da un problema di insufficienza renale, Leena ha comunque voluto esprimere la propria solidarietà al popolo non solo da casa attraverso i media ma anche manifestando in
Estratto dalla tesi: Donne e Primavera Araba: la partecipazione femminile alle ondate di rivolta e le dinamiche della post-rivoluzione

Estratto dalla tesi:

Donne e Primavera Araba: la partecipazione femminile alle ondate di rivolta e le dinamiche della post-rivoluzione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Limone
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Mediazione Linguistica e Culturale
  Corso: Scienze della Mediazione Linguistica e Culturale
  Relatore: Elisa Ada  Giunchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

mediterraneo
medio oriente
egitto
femminismo
diritti delle donne
tunisia
libertà civili
nord africa
rivoluzioni
primavera araba

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi