Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La corporate social responsibility al giorno d'oggi: una possibile analisi della performance sulla sostenibilità fra le divisioni nazionali IKEA

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Teta Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 887 click dal 16/05/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Stefano Teta

Mostra/Nascondi contenuto.
23 Per quanto riguarda la prima categoria, si definiscono dormienti quei soggetti che detengono soltanto il potere, senza detenere alcuna legittimazione o esercitare pressioni di urgenza. Essi hanno una limitata interazione con l’impresa, tuttavia è necessaria una certa attenzione nei loro riguardi. Sono definiti discrezionali quei soggetti che possono vantare solo una forma di legittimazione sociale, pertanto, l’impresa deciderà discrezionalmente se considerare o meno le istanze di questa categoria. Recentemente, la crescente sensibilità verso la responsabilità sociale d’impresa ha accresciuto l’attenzione verso questa categoria di portatori di interesse. Gli stakeholder domandanti vantano, invece, solamente l’attributo dell’urgenza. Molto spesso le loro azioni sono circoscritte a delle richieste o delle proteste, si pensi al caso di un isolato sit-in nei confronti di un azienda a causa dell’inquinamento da essa procurato. Quando si combinano potere e legittimità siamo in presenza di stakeholder dominanti ai quali, con molta probabilità, andrà dedicata la maggior parte dell’attenzione di chi l’impresa. Questi soggetti agiscono spesso per il tramite di meccanismi formali che li porta ad avere anche un ruolo ed un peso all’interno del consiglio di amministrazione 80 . Qualora un portatore di interessi si caratterizzi per gli attributi di legittimità ed urgenza, allora esso sarà definito dipendente. Ciò in virtù del fatto che, affinché le sue istanze possano essere considerate è necessario che vengano condivise anche da una categoria che sia dotata di potere, condivisione che avviene solamente in quei casi in cui la legittimità sociale è davvero forte, si pensi al caso dei lavoratori in sciopero per reclamare contro le proprie condizioni lavorative. Sono chiamati pericolosi i portatori di interesse che combinano gli attributi della legittimità e del potere. Il pericolo deriva dall’assenza di legittimità e 80 Si veda R.M. CYERT J.G. MARCH, A behavioral theory of the firm, Prentice Hall, Englewood Cliffs, 1963
Estratto dalla tesi: La corporate social responsibility al giorno d'oggi: una possibile analisi della performance sulla sostenibilità fra le divisioni nazionali IKEA