Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio di usabilità in portali di Event Management

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sofia Poleni Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 140 click dal 23/05/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Sofia Poleni

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Sono gli entusiasti, detti anche early adopters, persone che amano le sfide. Questi prodotti della fase iniziale sono quindi trainati dalla tecnologia, creati da tecnologi per tecnologi. In questo stadio, un’azienda o un ente promotore può sopravvivere senza particolari problemi puntando tutto sugli aspetti ingegneristici. Non vengono effettuati studi o analisi sulle reali necessità dei consumatori, dando per scontato il fatto che una tecnologia superiore possa scongiurare ogni possibile complicazione. Nella fase successiva viene rilevata una maturazione del mercato ed emerge una nuova tipologia di clientela, detta ‘di massa’, che porta con sé un nuovo tipo di consumatore. Questo nuovo soggetto è pragmatico e prudente, in grado di vedere il mondo con occhi disincantati. È inoltre particolarmente paziente, perché tende a non acquistare le nuove tecnologie non appena vengono introdotte sul mercato. Preferisce prima osservare le esperienze dei primi utenti e aspettare che le acque si calmino, i prezzi decrescano e a tecnologia si stabilizzi. Acquistano il prodotto solo quando sono convinti che il prodotto sia realmente in grado di rispondere alle loro particolari necessità e di offrire dei vantaggi concreti e ben percepibili. Questi nuovi acquirenti sono molto più esigenti. Sono interessati non tanto al fattore tecnologico, che danno ormai per scontato, quanto alla convenienza, ad una buona esperienza, al giusto valore e alla semplicità d’uso. I consumatori di questa seconda fase generalmente, non sono dotati di grandi abilità tecniche, quindi cercano un prodotto che dia loro sicurezza e sia in grado di venire incontro alle loro aspettative. Non cercano tecnologie, ma soluzioni, ovvero sistemi che siano in grado di semplificare la loro vita. In questa seconda fase, i soggetti promotori delle innovazioni si ritrovano quindi a dover minimizzare gli aspetti funzionali e tecnologici, in favore di una maggiore semplicità d’uso e un’attenzione alle esigenze del consumatore. Pertanto, se nella fase giovanile, un'azienda può sopravvivere grazie alle sue abilità ingegneristiche, con prodotti realizzati da esperti tecnologi con la fase di maturità le cose
Estratto dalla tesi: Studio di usabilità in portali di Event Management