Skip to content

Valenza pedagogica della fiaba: importanza e significati

Estratto della Tesi di Miriam Bonvino

Mostra/Nascondi contenuto.
Valenza pedagogica della fiaba: importanza e significati 8 didascalismi e insegnamenti morali, perciò Collodi, è da considerarsi come colui che aprì la strada alla vera letteratura per l’infanzia. Legati a fini prettamente educativi restano le prime opere di Collodi, come Giannettino (1877). Si liberano invece dei pedanti canoni didattici le sue Avventure di Pinocchio (1883), caratterizzate da una felice unione di realtà e fantasia. Tra gli autori dell’epoca non va dimenticata inoltre l’opera di Ida Baccini Le memorie di un pulcino, (1875) la quale cercò di tentare una prima rottura con il moralismo patriottico. Nel 1886 uscì Cuore di Edmondo De Amicis che celebra la dignità e la poesia della scuola, intesa come fondamento della vita civile e sociale, l’opera è una sorta di specchio della società piemontese del tempo, nel contesto storico dell’Italia unita. Soltanto verso la fine del secolo si comincia a tracciare una prima ripartizione di generi, realizzando una letteratura che, pur non tralasciando la presenza del messaggio moralistico, assume comunque una nuova forma. Tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento si andava creando in Italia quel nuovo clima in cui il bambino trovava libera espressione. È questa l’epoca di Vamba, pseudonimo dello scrittore Luigi Bertelli, che aprì alla gioventù italiana le pagine del Giornalino della domenica e che pubblicò molti libri, tra i quali ebbe particolare successo Il giornalino di Gian Burrasca; l’opera di Vamba fece scuola egli riuscì ad incarnare perfettamente lo stile del primo Novecento, tra burle, moralismi e pedagogia autoritaria e ad essa si riallacciarono numerosi scrittori. Una notevole funzione educativa ebbero anche le storie pubblicate nel Corriere dei piccoli, fondato nel 1909 come supplemento domenicale del Corriere della Sera, al quale collaborarono diversi scrittori e illustratori di notevole importanza. Nel primo dopoguerra, tuttavia, i testi pubblicati erano ancora pieni di una forte portata ideologica, con esaltazioni dell’eroismo, dello spirito dei combattenti e poi del fascismo. Nel 1940 si ebbe un incremento della letteratura e dell’editoria grazie all’estensione dell’obbligo scolastico fino ai quattordici anni, effetto della legge del ministro dell’istruzione Giuseppe Bottai. Nel secondo dopoguerra la spinta dovuta alla liberazione ed alla nascita della Repubblica, influenzò anche la letteratura per l’infanzia e l’editoria, che si liberarono definitivamente dei rigidi schemi pedagogici e dei messaggi morali del passato, che avevano caratterizzato tutto l’Ottocento. Nel tardo Novecento la letteratura italiana per ragazzi è andata arricchendosi di opere in cui l’aspetto reale e l’aspetto fantastico si uniscono, tra gli autori di romanzi, racconti, libri
Estratto dalla tesi: Valenza pedagogica della fiaba: importanza e significati

Estratto dalla tesi:

Valenza pedagogica della fiaba: importanza e significati

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Miriam Bonvino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Scienze della formazione e del servizio sociale
  Corso: L19
  Relatore: Giuseppe Cristofaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi