Skip to content

Il Medio Oriente: Dalla crisi dell'Impero Ottomano ai Regimi Post-Coloniali come focus sull'Egito

Estratto della Tesi di Nabila aly abotaleb El Melegy

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Oman, Yemen, Bahrein, Qatar, Kuwait, Emirati Arabi Uniti). 10 In questa trattazione, la definizione di Medio Oriente seguita è essenzialmente quella di Raymond Hinnebusch e di George Friedman. 11 2. Dall’Impero Ottomano all’ordine coloniale Il Medio Oriente è forse la regione del Pianeta che forse è stato maggiormente plasmato dalla guerra nell’ultimo secolo, segnatamente nel periodo della Guerra Fredda (che però in Medio Oriente, come del resto in Asia, è stata molto “calda”). A questo riguardo va rilevato che sono parte di questa regione i due più vecchi focolai di guerra del nostro tempo: la fondazione di Israele, a spese dei palestinesi, e il petrolio nel Golfo. Le tante guerre che ne sono derivate si sono alimentate reciprocamente, come nell’embargo petrolifero del 1973 scatenato dalla guerra arabo-israeliana scoppiata in quell’anno, creando fonti d’instabilità per il sistema internazionale nel suo insieme. Ma per comprendere la struttura di questo “sistema regionale” del periodo della Guerra Fredda è necessario tracciare la struttura nella fase ottomana e in quella coloniale, quest’ultima – come vedremo - imposta dalle potenze europee, segnatamente dalla Francia e dal Regno Unito. 10 Per una introduzione generale a questo tema, utili sono stati E. Brighi, F. Petito (a cura di), Il Mediterraneo nelle relazioni internazionali, Vita e Pensiero, Milano, 2009, e F. Mazzei, World Politics. Appunti e riflessioni sulla politica internazionale, L’Orientale Editrice, Napoli, 2010. Va rilevato che la confusione “vicino/medio oriente” non si propone per le aree "vicino-orientali" d'età antica (cioè precedenti alla conquista araba) per le quali il mondo accademico ha adottato l'espressione universalmente attestata di "Vicino Oriente antico". 11 Hinnnesch, R. La politica internazionale in Medio Oriente, cit.; Friedman, G. The Next Deacade, Empire and Republic in a Changing, World Paperback, New York, 2012 Il tema principale del libro di Friedman è come i presidenti degli Stati Uniti nel corso nel secondo decennio del XXI secolo dovrebbero controllare il balance of power nelle varie regioni del mondo: in pratica, non attraverso interventi militari diretti ma perseguendo una strategia di “contro bilanciamenti interni” ai singoli sub-sistemi regionali: ad esempio, nell’Area estremorientale la crescente potenza della Cina dovrebbe essere controbilanciata dal Giappone... Per quanto riguarda specificamente l’area di nostro interesse, secondo Friedman, come vedremo, gli USA dovrebbero cercare ripristinare equilibri distrutti dagli interventi americani nella regione dopo l’11 Settembre (Guerra in Afghanistan del 2011 e Seconda Guerra del Golfo del 2013). In concreto egli ritiene che gli USA dovrebbero disimpegnarsi almeno in parte da Israele, che egli considera strategicamente ormai sicuro, e nel contempo fare una accommodation con l’Iran (eventualmente da controbilanciare poi con la Turchia). E’ appena il caso di rilevare che questo è quanto il Presidente Obama sta facendo verso la fine del suo secondo mandato.
Estratto dalla tesi: Il Medio Oriente: Dalla crisi dell'Impero Ottomano ai Regimi Post-Coloniali come focus sull'Egito

Estratto dalla tesi:

Il Medio Oriente: Dalla crisi dell'Impero Ottomano ai Regimi Post-Coloniali come focus sull'Egito

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Nabila aly abotaleb El Melegy
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Studi Orientali
  Corso: RELAZIONI ISTITUZIONI DELL'ASIA E DELL'AFRICA
  Relatore: Franco Mazzei
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 191

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi sistematica del medio oriente
medio oriente con focus sull'egitto
primi movimenti nazionalisti fino al 1952
gli ufficiali liberi e la rivoluzione
il risveglio della fratellanza, l’assassinio sadat
il ruolo dei paesi dell’opec, e la crisi petrol

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi