Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Definizione di curve caratteristiche resistività-contenuto d'acqua di terreni piroclastici dei versanti del Mt. Faito (C/mmare di Stabia, Napoli)

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Alessia Ferrante Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 76 click dal 03/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Alessia Ferrante

Mostra/Nascondi contenuto.
12 - depositi piroclastici da corrente (surges). I depositi da caduta sono formati da prodotti piroclastici lanciati direttamente dal cratere (balistici) o ricaduti da una colonna eruttiva sostenuta. Questi depositi mantellano uniformemente le aree interessate dall’attività eruttiva con strati di spessore decrescente con la distanza dal cratere. Le particelle presentano spigoli vivi, in quanto non sono abrase da meccanismi di trascinamento. L'area ricoperta da depositi da caduta derivanti da eruzioni pliniane ha una forma ellittica. Il vulcano è collocato in uno dei fuochi dell'ellisse e l'asse principale è allungato secondo la direzione dei venti. I depositi da flusso derivano dalla sedimentazione di miscele eruttive composte da particelle solide e gas che scorrono lungo i fianchi del vulcano. Le particelle che compongono i depositi da flusso hanno in genere spigoli arrotondati per effetto dell'abrasione che subiscono durante lo scorrimento. Questi tendono ad avere gli spessori maggiori nel fondo delle valli e nei punti dove il flusso ha incontrato ostacoli, mentre risultano completamente assenti nelle aree ad alta pendenza e non presentano una diminuzione regolare di spessore allontanandosi dal cratere; sono spesso stratificati, con alternanza di livelli massivi (privi di strutture sedimentarie) e livelli con stratificazioni interne o gradazioni granulometriche verticali. I depositi da surge hanno spessori più piccoli di quelli da flusso piroclastico e presentano tipiche strutture sedimentarie, come dune e sottili laminazioni all'interno dello strato. Le dimensioni dei granuli sono meno eterogenee e mediamente più piccole rispetto a quelle dei depositi da flusso piroclastico. Una miscela eruttiva molto ricca in gas, come viene definito il surge, è in grado di mantenere in sospensione e di trasportare
Estratto dalla tesi: Definizione di curve caratteristiche resistività-contenuto d'acqua di terreni piroclastici dei versanti del Mt. Faito (C/mmare di Stabia, Napoli)