Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Trust interno e meritevolezza degli interessi regolati

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Loredana Gilda Saudino Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 119 click dal 03/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Loredana Gilda Saudino

Mostra/Nascondi contenuto.
28 dichiarare l’annullamento dell’atto con conseguente ricollocamento dei beni nella trust property. Se, ciononostante, il negozio traslativo realizzato abbia cagionato un danno al trust-fund il beneficiary sarà altresì legittimato a pretendere dal trustee il risarcimento del danno arrecato ex art 2043 cc. Il beneficiary vanta nei confronti del trustee una aspettativa di diritto, consistente nella tutela dell’integrità del patrimonio conferito in trust, nonché del suo valore economico. Derivante da questa situazione giuridica è la possibilità di agire nei confronti del trustee che si dimostra inadempiente rispetto alle regole di gestione contenute nel regolamento del trust per danno da perdita di occasione favorevole oramai considerato risarcibile in giurisprudenza. 19 Quale sia la soluzione più appagante è ancora da accertare, alla questione dovrà rispondere la giurisprudenza nel concreto inverarsi dei presupposti per un’azione di tutela. Quel che è certo è che la proprietà si presenta oggi come un istituto, forse meno inviolabile ed esteso, ma certo più flessibile e adattabile sotto le spinte di una realtà in continua evoluzione. Gli stessi concetti di pienezza ed esclusività che descrivono il potere 19 Da ultimo Cassazione n. 4400/2004 stabilisce che “la chance, o concreta ed effettiva occasione favorevole di conseguire un determinato bene o risultato, non è una mera aspettativa di fatto ma un'entità patrimoniale a sé stante, giuridicamente ed economicamente suscettibile d'autonoma valutazione, onde la sua perdita, id est la perdita della possibilità consistente di conseguire il risultato utile del quale risulti provata la sussistenza, configura un danno concreto ed attuale”; ex pluribus Cass., 10 novembre 1998, n. 11340; 15 marzo 1996, n. 2167; 19 dicembre 1985, n. 6506.
Estratto dalla tesi: Trust interno e meritevolezza degli interessi regolati