Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Allenamento muscolare adattato ai somatotipi

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scuola Universitaria Interfacoltà in Scienze Motorie

Autore: Angelo Pancaro Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 162 click dal 14/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Angelo Pancaro

Mostra/Nascondi contenuto.
Allenamento muscolare adattato ai somatotipi Angelo Pancaro 13 piuttosto corto, è notevolmente sviluppato in profondità e, per la scarsa inclinazione delle coste, assume l‟atteggiamento di un torace in inspirazione; inoltre, invece di restringersi uniformemente agli ipocondri, si amplifica ulteriormente in basso. Gli spazi intercostali sono molto ampi e l‟angolo epigastrico è, quindi, molto aperto. Mani e piedi piuttosto larghi e caviglie grosse. A livello scheletrico non si notano in modo nitido le principali sporgenze ossee; inoltre, nel tratto lombo-sacrale la colon- na vertebrale presenta un‟accentuazione della lordosi fisiologica e, quindi, una maggiore accentuazione del promontorio del sacro. I muscoli, sebbene abbastanza sviluppati, sono poco appariscenti in quanto ricoperti dal pannicolo adiposo che è sempre piuttosto abbondante. Lo stato nutrizionale generale è nella maggior parte dei casi eccedente anche se si hanno facilmente oscillazioni di peso. - Il mediolineo (o normotipo) è caratterizzato da segmenti corporei tutti proporzio- nati tra loro. Questo è il modello “ideale” al quale ci si ispira; infatti, quando la fi- gura umana è ben proporzionata, presenta nel portamento (atteggiamento statico) e in ogni suo movimento, una particolare eleganza dovuta al passaggio graduale e coordinato da un movimento all‟altro mentre, al contrario, nei soggetti mal proporzionati un determinato movi- mento non si coordina bene con i suc- cessivi e si spezza, per così dire, in ge- sti sgraziati che spostano lo scheletro e le masse muscolari disarmonicamente. Ovviamente le cause di tali avveni- menti non sono riconducibili solo a questioni di proporzioni tra le varie parti del corpo, bensì sono imputabili anche all‟inserzione dei muscoli sulle ossa, o ancora a come sono articolate le ossa tra loro, ma soprattutto al cor- Figura 4: Tipo mediolineo.
Estratto dalla tesi: Allenamento muscolare adattato ai somatotipi