Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il conto satellite del turismo italiano: analisi delle criticità del sistema statistico nazionale e proposte migliorative

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Michela Ciccarelli Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 135 click dal 17/11/2017.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Michela Ciccarelli

Mostra/Nascondi contenuto.
turistica. Lo strumento economico Conto Satellite del Turismo (CST), è un elaborato composto da Tavole che quantifica: la domanda generata a seconda della combinazione origine-destinazione, la totalità dell’offerta turistica, l’incidenza del turismo ​sui settori economici e ​tra i settori economici, il suo ruolo nell’economia nazionale, ma anche la situazione dell’occupazione turistica e la quantità degli investimenti destinati a questo comparto. Questo documento viene concepito come mezzo per creare uniformità nelle tecniche di misurazione e per permettere il confronto del turismo con gli altri settori dell’economia (UNSD, EUROSTAT, OECD and UNWTO, 2008). Uno degli obiettivi principali del Conto Satellite è la ​comparazione ​: attraverso la corretta applicazione dei Manuali di Attuazione, si crea uno strumento adatto per confrontare i risultati ≪nel tempo (nell’ambito dello stesso Paese), nello spazio (tra Paesi diversi) e con altri settori ed attività economiche ≫​ ​(www.ontit.it). Durante l’assemblea del 1983, l’UNWTO ha sottolineato ​«​la necessità di un sistema di informazione sul turismo con l’obiettivo di fronteggiare le lacune delle rilevazioni statistiche e ipotizzando la possibilità di studiare il turismo attraverso i dati sviluppati dalla Contabilità Nazionale ​» (Celardo, 2017). Questa necessità nasce dal fatto che il turismo è un fenomeno difficilmente delineabile soprattutto perché è un fenomeno multidisciplinare: il settore dei ​viaggi&vacanze non è legato ad uno specifico prodotto, ma è composto da una serie di servizi di cui usufruisce il turista: quest’ultimo, oltre a visitare una particolare attrazione, una località, o un percorso turistico, utilizzerà almeno uno tra i servizi di trasporti, ristorazione, alloggio e servizi aggiuntivi per fruire completamente del territorio che sta visitando. Per questo motivo, oltre ai servizi tipicamente destinati al turista, per quantificare correttamente il valore della domanda e dell’offerta turistica bisogna anche isolare la quota della spesa turistica in quelle attività miste, dedicate cioè sia al cittadino che al viaggiatore (come possiamo vedere dalla Tabella 2, la colonna ​Gasto en consumo turistico de las AAPP indica proprio il coefficiente di spesa imputabile al turismo per branca​ ​di​ ​attività). 15
Estratto dalla tesi: Il conto satellite del turismo italiano: analisi delle criticità del sistema statistico nazionale e proposte migliorative