Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pubblica amministrazione innovativa: Blockchain e prospettive di utilizzo

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesco Nanni Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1636 click dal 19/12/2017.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Francesco Nanni

Mostra/Nascondi contenuto.
15 teorizzati da Weber vengono sostituiti da innovativi profili manageriali. Questi risultano più idonei nel gestire le politiche pubbliche e nell’essere responsabili dei risultati conseguiti, basandosi su «un continuo processo di apprendimento ed evoluzione, che fa propri i criteri di efficacia, efficienza, economicità e pubblicità, generando un circolo virtuoso di miglioramento continuo e incrementale» 38 . Il percorso è iniziato alla fine degli anni 70’ e 80’ quando tutti i principali Paesi sviluppati hanno intrapreso riforme più o meno radicali ed ininterrotte del settore Pubblico e delle sue istituzioni 39 . A queste iniziative di modernizzazione gli studiosi hanno dato denominazioni diverse, ma quella che ha riscosso maggior successo è nota come «New Public Management» (NPM). Con questa si suole indicare un modello di governo ed un insieme tecniche di gestione degli apparati pubblici, basate su pratiche provenienti soprattutto dal settore privato. L'idea di partenza è quella di integrare il diritto amministrativo e le pratiche gestionali tradizionali che regolano il funzionamento di un ente pubblico (coerenza tra norme ed adempimenti amministrativi), con metodi di gestione più orientati al risultato, incentrati nella maggiore economicità (e quindi riduzione dei costi), efficienza ed efficacia nella gestione delle risorse e nella fornitura dei servizi) 40 . Il New Public Management viene ricondotto 41 a diverse «radici teoriche» che hanno influenzato le riforme: la cd. teoria delle scelte pubbliche in base alla quale le amministrazioni e le aziende pubbliche sono poste in concorrenza con quelle private ed il cittadino ha la possibilità di scegliere tra diversi offerenti. La cd. teoria dei costi di transazione, dove, a certe condizioni la produzione e l’erogazione di servizi pubblici può essere esternalizzata a soggetti (for e no profit) diversi dalla Pubblica amministrazione, con consistenti vantaggi in termini di efficienza. La cd. teoria “Principale-Agente” secondo la quale occorre realizzare una netta separazione tra politica ed amministrazione.: gli organi politici possono essere considerati i mandanti e quelli 38 Cfr. Russo S., Silvestri G., la gestione delle risorse umane, cap. II, cit. pag. 44, Pubblica Amministrazione, innovazione e cambiamento organizzativo, Aracne ed., 2012 39 Cfr. Nuovi profili di accountability nella P.A., teorie e strumenti (a cura di) De Magistris V. Gioioso G., in Quaderni Formez, novembre 2005, lavoropubblico.formez.it 40 Cfr. Meneguzzo M., Ripensare la modernizzazione amministrativa e il New Public Management. L’esperienza italiana: innovazione dal basso e sviluppo della governance locale”, pp. 589-590, Azienda Pubblica, vol.10, n.6, 1997 41 Cfr. A. Hinna, S. Mameli, G. Mangia, cap. 11.3, Nuove frontiere della gestione delle risorse umane, l’appiattimento della piramide organizzativa alla luce della riforma Madia e il paradosso del processo di riforma, pp. 146 e 147, La Pubblica amministrazione in movimento: Competenze, comportamenti, regole” Egea ed., 2016
Estratto dalla tesi: Pubblica amministrazione innovativa: Blockchain e prospettive di utilizzo