Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Riflessioni sulla prevenzione generale

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Rosalba Di Sette Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 137 click dal 20/02/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Rosalba Di Sette

Mostra/Nascondi contenuto.
L’evoluzione della prevenzione generale - I 31 dell‟ homo sociologicus vede l‟uomo in costante interazione con la società che lo circonda, dotato di una razionalità legata alle condizioni sociali, culturali e psicologiche. 38 Le scelte dell‟homo sociologicus, secondo Heap, uno dei maggiori esponenti di tale modello, non si basano soltanto su interessi personali 39 , ma sono influenzate oltre che dai ruoli sociali anche da abitudini credenze e valori, così che l‟effetto dell‟intimidazione risulta ridimensionato. 40 E per gli stessi sociologi, i risultati delle ricerche non sono neutrali e fini a se stessi, ma devono essere contestualizzati culturalmente, storicamente e scientificamente. Hanno bisogno quindi di metodi diversi per essere decifrati. L‟homo sociologicus è il punto di incontro tra individuo e società, egli integra valori morali ed emozionali e paga per le violazioni commesse attraverso processi psichici inconsci di autopunizione. Le sue decisioni sono indotte dall‟interiorizzazione dei valori e delle norme che creano poi la stabilizzazione dell‟intero sistema normativo. Per il sociologo esistono beni collettivi la cui esistenza non può essere spiegata dalla teoria della scelta razionale e che l‟agire secondo norme sociali non può che spettare a questo diverso tipo di uomo definito homo sociologicus. Heap crede che l'unico modo per far fronte ai segnalati limiti di homo oeconomicus sia quello di una sua rivisitazione in chiave sociologica. È stato tuttavia osservato come non c‟è bisogno di far caducare totalmente l‟ipotesi 38 DE FRANCESCO V., in op. cit. , p. 59. 39 HEAP H., Homo economicus, Homo sociologicus, in The Theory of Choice: A Critical Guide, Blackwell Press, 1992, p. 2. 40 DE FRANCESCO V., in op. cit. p. 59.
Estratto dalla tesi: Riflessioni sulla prevenzione generale