Skip to content

Profili Normativi del Cyberspazio a Livello Internazionale, Europeo ed Italiano

Estratto della Tesi di Federico Mirabella

Mostra/Nascondi contenuto.
6 mezzo per dirimere la controversia in materia ambientale, come nel noto incidente del canale di Corfù, nell’ambito della sicurezza cibernetica non è tuttavia possibile considerarlo una panacea, né uno strumento di facile applicazione. Il principio infatti permette di considerare uno Stato come inadempiente all’obbligo di controllo e sorveglianza sui propri cittadini solo con riferimento a condotte di cui può essere provata l’effettiva conoscenza 11 e la particolare lesività 12 , elementi che, tra l’altro, devono concorrere con l’inadeguatezza della diligenza applicata nella gestione della vicenda nella sua interezza. Alla luce di ciò, appare chiaro che il principio di prevenzione difficilmente potrà essere applicato al cyberspazio: il numero di dispositivi, il tipo di minacce e la loro continua evoluzione rappresentano degli ostacoli praticamente insuperabili con le tecnologie disponibili al momento, senza considerare il vasto numero di diritti fondamentali che rischierebbero di essere compromessi da un monitoraggio così pervasivo. Nonostante ciò, non può essere ignorato come l’altra faccia del principio di non lesività sia incarnato dal dovere di due diligence e come sia dunque fondamentale declinare quest’ultimo, tanto a livello processuale quanto a livello sostanziale, per comprendere a pieno quale siano gli standard minimi a cui deve conformarsi un ipotetico “buon governo”. La valutazione andrà effettuata in concreto e mantenendo un atteggiamento flessibile, perché proprio questo è il punto di forza del principio: non arriva all’estremo di richiedere identiche misure a livello mondiale, ma si modella sulla base delle peculiarità di ogni Stato, tenendo in considerazione le sue condizioni economiche, tecnologiche e politiche. Richiedere a tutti gli attori un contributo commisurato alle proprie capacità permette di assicurare un maggiore livello di resilienza ed una forma di protezione meglio strutturata attraverso una condotta che può diffusamente essere considerata responsabile. Un adeguato livello di diligenza costituisce infatti un obbligo relativo alla condotta, richiamando la nozione di obbligazione di mezzi, in contrasto con quella di risultato: è un principio flessibile ed in costante evoluzione, che va sempre bilanciato con i diritti e le libertà dei singoli sulla base dei criteri di appropriatezza e di proporzionalità. Esso richiede che sia tenuto conto del rischio concreto connaturato alla condotta lesiva considerata (il cosiddetto hazard level riferibile all’attività cibernetica), 11 Facendosi nuovamente riferimento al caso Corfù. 12 Trail Smelter Arbitration (United States v. Canada), ICJ, 1941.
Estratto dalla tesi: Profili Normativi del Cyberspazio a Livello Internazionale, Europeo ed Italiano

Estratto dalla tesi:

Profili Normativi del Cyberspazio a Livello Internazionale, Europeo ed Italiano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Federico Mirabella
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master in Protezione Strategica del Sistema Paese - Cyber Intelligence e Sicurezza delle Infrastrutture Critiche
Anno: 2018
Docente/Relatore: Corrado Giustozzi
Istituito da: Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale (SIOI)
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 35

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritto internazionale
diritto dell'unione europea
due diligence
strategia nazionale
enisa
cyber space
gdpr
direttiva nis
cyber risk
data breach

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi