Skip to content

Un paradigma mitico: Issione nel "Filottete" di Sofocle

Estratto della Tesi di Sabrina Mancuso

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Il mito di Issione nella letteratura greca e latina, con riferimenti a Coronide, a Piritoo e ai Centauri 14 verso 21, metre θεῶν e βροτοῖς sono agli estremi. Pindaro localizza il castigo di Issione in cielo: l’espressione παντᾷ κυλινδόμενον (23) si adatta alla sede celeste. Questa tradizione, che colloca la pena di Issione in cielo, risulta essere quella più antica ed è presente nel Filottete di Sofocle (679-680), che esaminerò nel quarto capitolo, nella menzionata Epitome alla Biblioteca di Pseudo-Apollodoro (I 20) e nella Vita di Apollonio di Tiana di Filostrato (VI 40). La menzione della ruota e dell’annuncio di Issione (22-23) sarà ripresa nella chiusa del mito (40-41a), secondo il modo tipico della Ringkomposition 31 . L’invito a onorare il benefattore, esposto nei versi 23-24, è presente anche in uno scolio alle Fenicie di Euripide (1185 I, 375 Schwarz): χρὴ τιμᾶν τοὺς εὐεργέτας 32 . L’εὐεργέτας 33 del verso 24 è Zeus, i cui benefici nei confronti di Issione vengono ricambiati con ingratitudine e insolenza. Il termine εὐεργέτας non è attestato prima di Pindaro, ma indica un concetto tipico dell’età arcaica (si pensi a εὐεργεσίας ἀποτίνειν 34 in Od. XXII 235). Issione è rappresentato da Pindaro come un testimone diretto e consapevole, che proclama ai mortali la morale ricavata dalla propria esperienza: al verso 25 viene utilizzato il verbo ἔμαθε. L’iniziale benevolenza degli dei per Issione, menzionata nei versi 25-26, richiama l’onore dimostrato dagli dei nei confronti di Tantalo, anch’egli reso partecipe di nettare e ambrosia (Pind., Ol. 54-62) 35 . L’ammissione di Issione alla mensa degli dei è menzionata anche nello Schol. ad Od. XXI 303, II 702-703 Dindorf (καὶ πιὼν πολὺ τοῦ νέκταρος καὶ τῆς ἀμβροσίας ἁψάμενος 36 ). Come appare evidente in Ol. 54-62, analogamente a Issione, anche Tantalo si crede un dio: dopo che Zeus lo rende partecipe di nettare e ambrosia (e, dunque, dell’immortalità), tenta di donare ai suoi compagni mortali gli stessi cibi e lo stesso privilegio 37 . La principale differenza fra Issione e Tantalo consiste nel fatto che, mentre le colpe di Tantalo riguardano la sola sfera divina, quelle di Issione oltraggiano allo stesso modo gli uomini e gli dei 38 . Nei versi 26-29, Issione si dimostra incapace di reggere la propria condizione privilegiata, rivelandosi simile a Tantalo anche sotto questo punto di vista (Pind., Ol. I 55-56). A proposito di Tantalo, Pindaro usa la parola κόρος 39 (Pind., Ol. I 56) 40 . In questi versi 31 Vd. Gentili, Angeli Bernardini, Cingano, Giannini 1995, 373-274 32 Bisogna onorare i benefattori. 33 Glossato in LSJ 1996, 712, s.v. εὐεργέτας come benefactor, “benefattore”. 34 Ricambiare i benefici. 35 Vd. Gentili, Angeli Bernardini, Cingano, Giannini 1995, 374-375 36 E bevendo molto nettare e ottenendo ambrosia. 37 Vd. Gentili, Catenacci, Giannini, Lomiento 2013, 376 38 Vd. Bowra 1964, 80 39 Eccesso
Estratto dalla tesi: Un paradigma mitico: Issione nel "Filottete" di Sofocle

Estratto dalla tesi:

Un paradigma mitico: Issione nel "Filottete" di Sofocle

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sabrina Mancuso
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Filologia, Letteratura e Linguistica
  Corso: Filologia e Storia dell'Antichità
  Relatore: Mauro Tulli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 146

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

mito
paradigma
sofocle
filottete
issione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi