Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Da Londra a New York: Esperienza di Traduzione da Harry Potter and the Philosopher's Stone a Harry Potter and the Sorcerer's Stone

Diploma di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Noemi Beatrice Bildiroglou Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 67 click dal 03/05/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Noemi Beatrice Bildiroglou

Mostra/Nascondi contenuto.
10 Standard American English o American Standard English in quanto queste vengono utilizzate in un ambito più specifico, ed in particolare con valore oppositivo rispetto alle altre varietà standard – per esempio britannico, canadese, australiano ecc. Relativamente al contesto storico, è importante il contributo di Della Pina (2012), ex docente di storia contemporanea dell’Università di Pisa.La storia del GenAmE affonda le proprie radici nella storia della scoperta e della colonizzazione americana, iniziata nel 1492 con la spedizione di Cristoforo Colombo per conto della corona spagnola. Durante tutto il 1500 le zone centrali e meridionali del continente americano furono oggetto di una massiccia colonizzazione ed evangelizzazione da parte delle popolazioni iberiche, unite sotto i Regni di Castiglia e Aragona. Allo stesso tempo - seppur in dimensione decisamente minore - anche inglesi e francesi organizzavano spedizioni nella parte meridionale, al fine, però, di trovare il passaggio che avrebbe condotto all’Asia, evitando così l’incontro con i portoghesi sulle coste africane e con gli spagnoli nei territori americani più a sud. Con la rivendicazione del possesso dell’America del Nord da parte dei Caboto – prima il padre Giovanni, poi il figlio Sebastiano – l’Inghilterra effettuò le prime sporadiche spedizioni nel corso del periodo elisabettiano, per poi intensificare la migrazione durante il XVII secolo, a causa delle tensioni dovute a Cromwell e alle Plantations scozzesi in Irlanda (Mazzon 1994:98). I primi veri insediamenti ebbero luogo a Jamestown, in Virginia, nel 1607 – anno di inizio del periodo coloniale (1607-1776) – e successivamente a Plymouth, in Massachussets, nel 1620, ad opera dei padri pellegrini giunti a bordo del Mayflower. Santipolo (2006:53-56) sottolinea come alcune culture influirono maggiormente sulla formazione della base linguistica del GenAmE: in particolare, quella olandese, quella francese e quella tedesca, che si presentarono tutte e tre contemporaneamente proprio nel corso del XVII secolo. Durante i primi anni del Seicento, la compagnia olandese delle Indie Occidentali creò un importante avamposto commerciale nella Nuova Amsterdam, la quale ospitò circa 10.000 olandesi. Successivamente, nel 1664, la città venne rinominata New York al passaggio sotto la dominazione inglese. Ciò che risulta maggiormente radicato della lingua olandese sono i termini relativi alla toponomastica. Verso la fine del secolo, i francesi instaurarono in Louisiana una colonia talmente radicata che, anche quando nel 1803 venne acquisita dagli Stati Uniti, continuò ad esercitare forti influssi sul territorio, grazie anche all’arrivo di immigrati francesi provenienti dal Canada. Rimasero nel dialetto locale numerosi prestiti e calchi dal francese, il quale fece da base anche nello sviluppo di una varietà del creolo.
Estratto dalla tesi: Da Londra a New York: Esperienza di Traduzione da Harry Potter and the Philosopher's Stone a Harry Potter and the Sorcerer's Stone