Skip to content

Management infermieristico nella donna con ricostruzione mammaria: dalla diagnosi alla riabilitazione

Estratto della Tesi di Viviana Felicetta

Mostra/Nascondi contenuto.
subisce profonde trasformazioni. Durante la pubertà, sotto lo stimolo degli ormoni prodotti dalle ovaie (estrogeni), inizia la maturazione della ghiandola che assumerà una forma simile ad una mezza sfera acquisendo rotondità, volume e tonicità, caratteristiche che negli anni verranno compromesse a favore dei cambiamenti fisiologici della ghiandola. Nell’età adulta il seno subisce variazioni periodiche dovute al ciclo mestruale, sempre in rapporto agli ormoni (nella settimana precedente il seno diventa più turgido e dolente, sintomatologia che scompare nella fase post mestruale). Durante la gravidanza la mammella va incontro ad un processo evolutivo in cui gli acini deputati alla produzione di latte diventano progressivamente più grandi; l’areola assume una colorazione più scura ed aumentata di diametro, con un risultato di un ingrandimento del seno. Ciò è legato essenzialmente all’azione degli ormoni gonadotropi e successivamente dalla prolattina. La consistenza, poi, aumenta notevolmente in seguito al parto, durante il periodo dell’allattamento. Al termine di questa fase c’è un ritorno alla normale morfologia del seno 3 ; tuttavia si può avere una riduzione delle fibre elastiche e del tessuto sottocutaneo con la formazione delle cosiddette smagliature. Con la menopausa e l’invecchiamento la componente ghiandolare si riduce, mentre aumenta il tessuto adiposo (meno compatto) con conseguente riduzione di volume e densità del seno. 3 Nelle 24 ore successive al parto il tasso ematico di progesterone si riduce, mentre aumenta la prolattina ipofisaria che promuove un’intensa attività secretoria delle ghiandole mammarie, detta “montata lattea”. Nei primi giorni il latte prodotto (colostro) è particolarmente ricco di proteine (comprese IgA), vitamine ed enzimi necessari per l’evacuazione dell’intestino del neonato e per l’attivazione dei primi processi digestivi. La secrezione lattea può essere mantenuta per mesi o anni se l’allattamento persiste in modo continuo, in quanto la stimolazione meccanica del capezzolo durante la suzione stimola per via riflessa la produzione e l’immissione in circolo di ossitocina, la quale induce la contrazione delle cellule muscolari lisce delle ghiandole mammarie e del capezzolo e favorisce quindi la spremitura degli alveoli e dei seni galattofori. Con la cessazione dell’allattamento ed il ripristino del ciclo mestruale, la ghiandola regredisce allo stadio iniziale.
Estratto dalla tesi: Management infermieristico nella donna con ricostruzione mammaria: dalla diagnosi  alla riabilitazione

Estratto dalla tesi:

Management infermieristico nella donna con ricostruzione mammaria: dalla diagnosi alla riabilitazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Viviana Felicetta
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Catanzaro Magna Grecia
  Facoltà: Scienze Infermieristiche
  Corso: Infermieristica
  Relatore: Vittoria  Tolomeo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 64

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi