Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valore agronomico ed effetti ambientali del compost da digestato

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Agraria

Autore: Alessio Nobile Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 47 click dal 13/06/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Alessio Nobile

Mostra/Nascondi contenuto.
14 2. La vendita al minuto presso l’impianto, che interessa quantitativi non rilavanti di compost consegnato sfuso all’hobbista o al giardiniere che trova comodo approvvigionarsi di ammendante in vicinanza dei siti di impiego. 3. Conferimento di compost presso aziende agricole per impiego come ammendante al fine di ripristinare la fertilità ordinaria delle colture in pieno campo, questo è uno sbocco commerciale che sta assumendo un’importanza sempre crescente. Negli ultimi anni l’aumento della qualità dell’ammendante compostato e la necessità di sostituire le letamazioni per reintegrare la sostanza organica nel suolo hanno fatto sì che sempre più agricoltori abbiano inserito il compost nel loro piano di fertilizzazione, come abbiamo visto in precedenza (grafico 3) il dato degli ammendanti è l’unico con tendenza a salire rispetto al resto dei fertilizzanti L’utilizzo del compost consente a livello generale di: ■ rispettare il principio di sostenibilità delle risorse naturali non rinnovabili (ad esempio torbe), proponendosi come surrogato nella preparazione dei terricci; ■ ripristinare il tasso di humus del suolo agrario che l’agricoltura moderna ha ridotto notevolmente; ■ non interrompere il ciclo biogeochimico degli elementi nutritivi; ■ sottrarre la frazione organica degli rsu (rifiuti solidi urbani) dalla discarica e all’inceneritore (C.I.C., 2017). Esistono tre tipi di ammendanti compostati: Gli ammendanti compostati verdi (ACV) sono tutti i prodotti derivanti dal trattamento degli scarti della manutenzione del verde ornamentale, residui delle colture e altri rifiuti di origine vegetale con esclusione di alghe e altre piante marine. Le caratteristiche principali di questo tipo di ammendanti è che rispetto ad altri presentano una salinità limitata, per cui risulterà più semplice ad esempio l’impiego in vaso o a diretto contatto con la radice. Queste caratteristiche lo legano indissolubilmente al settore florovivaistico per la costituzione di
Estratto dalla tesi: Valore agronomico ed effetti ambientali del compost da digestato