Skip to content

Pubblicità e cinema: storia del product placement tra esigenze di mercato, interessi dei produttori e diritti degli spettatori. Il caso controverso di Caos Calmo

Estratto della Tesi di Stefano Mura

Mostra/Nascondi contenuto.
16 recante la marca di bevande Coca Cola, nel 1933 i famosi attori comici Stan Laurel e Oliver Hardy potevano finalmente chiederla a gran voce al barista del film I figli del deserto 29 . Uno dei casi più discussi di questo periodo per quanto riguarda il condizionamento del pubblico attraverso il cinema è quello relativo al film del 1934 It Happened One Night, film di Frank Capra con protagonista l’attore Clarke Gable. La storia del cinema ricorda spesso questo film perché per la prima volta un attore recitava una scena (quella in cui si spoglia prima di andare a letto), contrariamente alla maggior parte dei film, a torso nudo. Nei mesi successivi si registrò un forte calo delle vendite di canottiere. Inutile dire che i principali produttori di biancheria da uomo si recarono a Hollywood per chiedere di tagliare la scena del film. Inoltre nel film molte scene proponevano i protagonisti vicino ai bus di linea che collegavano lo stato della Florida alla città di New York. In pochi mesi l’affluenza di passeggeri su queste linee aumentò di quasi il 42% 30 . L’attenzione nei confronti del rapporto tra cinema e pubblicità diventa oggetto di studio già dal 1939 grazie alla rivista Business Week, che pubblica la prima inchiesta sullo stato del product placement nel cinema statunitense. Il reportage riportava vari casi di prodotti e marchi citati o utilizzati dagli attori, come nel caso di Spencer Tracy che chiede “Una Coca Cola per favore” nel film Test Pilot, o in quello di Barbara Stanwyck, che per essere una perfetta spia nel film Confession of a Nazi Spy trasmette messaggi in codice grazie alla Western Union 31 . Le aziende e i rispettivi comparti pubblicitari avevano scoperto un modo semplice e poco costoso di piazzare i loro prodotti. In particolare è interessante notare che in questo periodo l’attività di promozione di un prodotto in un film richiedeva un contatto diretto con i produttori e da questa necessità nacquero le prime agenzie create per metter in contatto le case di produzione con gli inserzionisti pubblicitari e le aziende manifatturiere. L’agenzia contattava l’azienda e dietro il pagamento di una piccola tassa si prometteva loro l’apparizione del prodotto sullo schermo 32 . 29 Cf. CORTI Gerardo, Occulta sarà tua sorella! Pubblicità, product placement, persuasione: dalla psicologia subliminale ai nuovi media, 18. 30 Cf. SEGRAVE Kerry, Product placement in Hollywood film. A history, 80. 31 Cf. SEGRAVE Kerry, Product placement in Hollywood film. A history, 80. 32 Cf. SEGRAVE Kerry, Product placement in Hollywood film. A history, 80
Estratto dalla tesi: Pubblicità e cinema: storia del product placement tra esigenze di mercato, interessi dei produttori e diritti degli spettatori. Il caso controverso di Caos Calmo

Estratto dalla tesi:

Pubblicità e cinema: storia del product placement tra esigenze di mercato, interessi dei produttori e diritti degli spettatori. Il caso controverso di Caos Calmo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Mura
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Pontificia Università Salesiana
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione sociale e istituzionale
  Relatore: Roberta Gisotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 187

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi