Skip to content

Mass media e panico morale: percezione e rappresentazione dell'insicurezza in una società del rischio

Estratto della Tesi di Andrea Caddeo

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Tra questi: Comte e la concezione organica della società 2 ; Spencer che dopo aver definito la società come un sistema di funzioni, analizzò l’ordine sociale in termini di crescita, strutture, funzioni, sviluppando un’analogia estremamente elaborata tra la società e un organismo individuale. Anche lui individuò un processo che portava ad una differenziazione sociale sempre maggiore; Tonnies che mise a confronto Gemeinschaft 3 e Gesellschaft 4 , due tipologie di società molto diverse tra loro, specialmente in base ai legami sociali esistenti tra i membri della società e i gruppi (una preindustriale e l’altra segnata dall’industrializzazione); Durkheim: nella sua opera La divisione del lavoro, l’autore dimostra come nella società la divisione del lavoro fosse la principale fonte di solidarietà sociale, ovvero legata ai legami psicologici e sociali tra gli individui. Egli notò la dipendenza reciproca creata dalla specializzazione e la identificò in un tipo di forza sociale che lega i membri di una società a formare un insieme operante armonioso. Ma il fattore importante è che la divisione del lavoro incrementa anche il grado di individualità e di differenziazione sociale. Mentre per un verso le persone altamente specializzate sono collegate da una rete di dipendenza funzionale reciproca, allo stesso tempo esse sono isolate in senso psicologico nella misura in cui la specializzazione le porta a sviluppare un’individualità sempre più accentuata (arrivando anche all’anomia). 2 La società possiede una struttura (parti specializzate che operano in modo coordinato) ed è oggetto di una trasformazione di tipo evolutivo (così come gli organismi biologici). Stupito della grande varietà di compiti, scopi e funzioni differenti che caratterizzano una società, ovvero della specializzazione, Comte sottolineò che, nonostante un individuo possa essere impegnato a raggiungere scopi strettamente privati, il risultato finale è comunque un sistema che funziona in modo armonioso. Egli riconobbe come però l’eccessiva specializzazione potesse portare a delle conseguenze negative per l’esistenza armoniosa della società: le persone di uguale specializzazione sviluppavano tra loro dei legami, ma rimanevano escluse dagli altri gruppi basati su specializzazioni diverse, determinando disorganizzazione e declino. 3 Con Gemeinscahft si intende un’organizzazione in cui le persone sono strettamente legate le une alle altre dalla tradizione, dalla parentela, dall’amicizia o da qualche altro fattore socialmente coesivo; essa infatti, si riferisce ad un modo di sentire comune e reciproco tra i membri dell’organizzazione che può essere definita come comunità (nonostante possa riferirsi ad un villaggio, così come ad una famiglia, ad un ordine religioso, un clan etc.). 4 La Gesellschaft è un tipo di organizzazione in cui “ognuno sta per conto proprio e in uno stato di tensione contro tutti gli altri (…), ognuno rifiuta all’altro contatti ed ammissioni, che sono considerati quasi come atti di ostilità (…). Nessuno farà qualcosa per l’altro, nessuno vorrà concedere e dare qualcosa all’altro, se non in cambio di una prestazione o di una donazione reciproca che egli ritenga almeno pari alla sua” (Tonnies, 1887). La Gesellschaft colloca l’individuo all’interno di un sistema sociale impersonale e anonimo, in cui gli individui non sono considerati per le loro qualità personali, bensì apprezzati nella misura in cui possono rispettare fino in fondo gli obblighi implicati dal contratto.
Estratto dalla tesi: Mass media e panico morale: percezione e rappresentazione dell'insicurezza in una società del rischio

Estratto dalla tesi:

Mass media e panico morale: percezione e rappresentazione dell'insicurezza in una società del rischio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Caddeo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Magistero
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Matteo Valdes
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi