Skip to content

Cronache Italiane del Living Theatre

Estratto della Tesi di Eleonora Carosso

Mostra/Nascondi contenuto.
13 2.2 La Biennale di Venezia Il 1965 fu l’anno che segnò la prima partecipazione del Living alla Biennale di Venezia, che ospitò anche altri importanti esponenti del Teatro d’avanguardia come per esempio Carlo Quartucci che presentò il suo spettacolo zip lap li pvap mam crep plip trip screp e la grande mam alle prese con la società moderna scritto da Giuliano Scabia con la partecipazione, tra gli altri, di Rino Sudano, Leo De Berardinis e Claudio Remondi. Quartucci, con lo spettacolo veneziano del 1965, faceva passare le linee portanti del suo discorso sul coinvolgimento attraverso un campo di segni e di sonorità inflessi in forme che sembravano recuperare talune lezioni delle avanguardie storiche europee. 18 Questo può essere considerato come il primo incontro quindi tra l’avanguardia nazionale ed internazionale. Il Living arrivò a questo approdo dopo una lunga migrazione che dagli stati uniti continuò per l’Europa, Quartucci ci arrivò con tutte le sue esperienze maturate al Teatro Studio di Genova ( il teatro stabile) da lui creato e con un nuovo discorso sulla scrittura teatrale. Una scrittura scenica dove lo scrittore scriveva il testo, l’attore provoca e compie il gesto ed emette suoni e parole, il musicista compone la musica in funzione della scena e il regista provoca e determina tutti i linguaggi in gioco e ne opera una sintesi poetica. Nel 1959, l data di inizio dell’avanguardia teatrale in italia, c’erano Carmelo Bene al teatro laboratorio e Carlo Quartucci al Brancaccio. L’avanguardia teatrale italiana quando incontra il Living ha alle spalle una storia recedente 19 La compagnia provò Frankenstein, commissionato dalla Biennale stessa: 20 Quando è venuta fuori l’idea di Frankenstein ci è stato subito chiaro che in questa storia c’erano le radici di molti temi di cui avevamo parlato: la meccanizzazione mostruosa dell’umanità, la macchina che opprime l’umanità, l’umanità che diventa di per sé la minaccia stessa. Oggi esprimerei tutto questo con il concetto di biomeccanica formulato da Mejerchold, che unisce le parole bios e meccanica e il risultato è un mostro frankensteiniano piuttosto che un trattino sulla parola. 21 18 Roberto Tessari , Il teatro italiano del Novecento, Casa editrice Le Lettere p 115 19 Teatro oltre 1972 n° 4- corpo e dintorni, intervista a Carla Tatò. 20 Nuovi Argomenti 1967 n°5. Segnali tra le fiamme: il Living Theatre in Europa di Saul Gottolieb. 21 C.Valenti: storie del Living Theatre- conversazioni con Judith Malina p140
Estratto dalla tesi: Cronache Italiane del Living Theatre

Estratto dalla tesi:

Cronache Italiane del Living Theatre

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eleonora Carosso
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Beni culturali
  Corso: Scienze dei beni culturali
  Relatore: Stefano Geraci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 117

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

julian beck
living theatre
judith malina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi