Skip to content

I Bastardi del Post-Maoismo

Estratto della Tesi di Claudia Manti

Mostra/Nascondi contenuto.
12 1.1.1 “Ribellarsi è giusto” - La Rivoluzione Culturale Fu Mao Zedong 毛泽东(1893-1976), il grande timoniere, il rivoluzionario per eccellenza, capo carismatico del Partito Comunista cinese che dal 1949 cambiò le sorti della Cina instaurando la Repubblica Popolare Cinese (Sabattini, M. & P. Santangelo, 2010). Prodigandosi per le masse, si autoproclamò loro portavoce adottando il marxismo-leninismo come credo ideologico. 6 Ma se Marx puntava sulla classe operaia urbana, Mao, trovandosi in un contesto di estrema arretratezza, in cui il proletariato urbano era una realtà inesistente, dovette far leva sulle masse contadine, centinaia e centinaia di milioni di uomini in condizioni precarie, che diventarono il principale motore della rivoluzione (Meisner, 2007:2). Per eliminare qualsiasi residuo di feudalesimo, portò avanti una rivoluzione socialista, una lotta di classe che doveva abolire ogni tipo di sfruttamento. Si tratta di un processo di rinnovamento interno legato al nascere di una coscienza sociale, alla diffusione della fede tra le masse e alla fiducia nell’azione collettiva del popolo cinese, caratterizzato da creature perdute e smarrite (Fitzgerald, 1964:264). Paranoico come tutti i capi totalitari, diede il via a una serie di campagne ideologiche che andarono restringendo sempre più le libertà individuali e, seguendo il suo motto “senza distruzione non c’è costruzione” nonché “il potere politico nasce dalla canna del fucile” (Waldron, 2013:80), causarono delle vere vessazioni nei confronti dei dissidenti causando una violenza inaudita. 7 L’apice è rappresentato dal periodo che va dal 1966 al 1976, noto come Rivoluzione Culturale, la quinta e ultima campagna ideologica, il culmine dell‘ambizioso progetto di modernità che ha fermentato un’intera generazione sulla base della creazione del ‘nuovo uomo socialista‘, che terminerà con la morte del grande leader. In questo decennio interminabile, in cui il prezzo da pagare fu la completa eliminazione dell’eterogeneità e delle soggettività 6 Già negli anni 1917-1918 aveva sviluppato una sua personale visione dell‘”individualismo spirituale” (精神支持个人注意 jingshenzhigerenzhuyi):un ibrido tra il confucianesimo tradizionale e l’idealismo tedesco. Credeva che attraverso lo sviluppo e la realizzazione individuale, auspicando la nascita di un ”uomo nuovo”, si potesse ricostruire l’identità nazionale cinese. Perciò le sorti del dawo (grande Io) - la nazione - erano riposte nello sviluppo e crescita individuale del xiaowo (piccolo Io) - l’individuo. 7 Secondo quanto detto da Mao: “La rivoluzione non è un pranzo di gala; non è un’opera letteraria, un disegno, un ricamo; non la si può fare con altrettanta eleganza, tranquillità e delicatezza, o con altrettanta dolcezza, gentilezza, cortesia, riguardo e magnanimità. La rivoluzione è un’insurrezione, un atto di violenza con il quale una classe ne rovescia un’altra”, in Mao Zedong (1965), Selected Works of Mao Zedong: Report on an investigation of the peasant movement in Hunan, New York: Pergamon.
Estratto dalla tesi: I Bastardi del Post-Maoismo

Estratto dalla tesi:

I Bastardi del Post-Maoismo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Manti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: UNINT - Università degli studi Internazionali di Roma
  Facoltà: Interpretariato e Traduzione
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Giulia Rampolla
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 57

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cina
ribelle
cultura cinese
cui jian
letteratura dei teppisti
rock cinese
proteste tian'an men
proteste contro capitalismo
wang shuo
orfani della storia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi