Skip to content

Mediazione: costrutto in fieri. Breve analisi del testo prodotto dal polo dialogico del legislatore

Estratto della Tesi di Giuseppe Pisano

Mostra/Nascondi contenuto.
9 libro dei re si occupa del periodo storico compreso tra il 970 e l’850 a.c. e redatto sulla base di scritti risalenti al 587-539 a.c.). L’intento primo del/degli autore/i del brano è quello di osannare la saggezza del giovane re. In primo luogo, dunque, si sottolinea il fatto che in base alla legge non è solitamente il re ad occuparsi di liti tra i sudditi o valutare il rispetto della legge (ma i sacerdoti), dunque si potrebbe intravedere il carattere non consuetudinario della prassi, in una forma di stragiudizialità. Stragiudizialità che è anche ravvisabile in un altro elemento che necessariamente colpisce all’attenzione: le parti. Di fatto, al tempo, (e per molti secoli dopo di allora) chi avesse disubbidito alla legge veniva punito, su sentenza del sinedrio, con la pena capitale, in questo caso le parti, poiché dedite al meretricio, non solo non potevano rivolgersi al giudizio dell’assemblea sacerdotale per risolvere la loro lite (a causa del fatto che chi violava la legge non poteva accedere alla giustizia) ma di certo, qualora lo avessero fatto avrebbero ricevuto una condanna (in genere lapidazione 14 ) entrambe e non per la lite posta, ma a causa della loro professione. Dunque il re, si potrebbe tranquillamente sostenere, ha ricevuto le parti, nonostante la legge non lo prevedesse (ma nemmeno lo proibiva), perciò extra ius. Il testo nel suo dispiegarsi evidenzia l’aspetto della contesa, l’articolarsi di repertori che sanciscono ripetutamente due configurazioni diverse della stessa realtà, quella che si ostenta innanzi alla corte del re. Insistenze delle parti che chiedono, descrivono, ma si contrappongono, si accusano... col medesimo processo discorsivo. Due poli dialogici estremi e congiunti, con un forte processo di tipizzazione dell’altro 15 generante configurazioni proprie ed esclusive. 16 14 Le esecuzioni erano affidate alla gente, poiché le colpe dei singoli per inosservanza della legge ricadevano su tutto il popolo. 15 Processo di tipizzazione dell’altro: il processo discorsivo attraverso cui l’altra parte è identificata ad una astrazione categoriale. il processo di tipizzazione dell’altro configura una identità dialogica che perde l’ancoraggio alle singole polarità del discorso (resoconto e narrazione), in quanto queste ultime tendono ad avvicinarsi discorsivamente. Turchi G.P., Gherardini V., La mediazione dialogica...op. cit., pag. 161, tab.2 - I requisiti dello strumento operativo di mediazione. 16 Tali configurazioni sono tipiche delle configurazioni di conflitto-controversia, infatti la definizione secondo l’applicazione della mediazione dialogica riporta: conflitto-controversia: la configurazione discorsiva generata dall’impiego di produzioni discorsive che configurano realtà proprie ed esclusive. La configurazione di realtà proprie è definita come segue: si configura attraverso l’utilizzo di repertori discorsivi che concorrono a generare una realtà per cui quanto viene portato da una parte assume valore di unica e possibile realtà, contemplando la non esistenza di una definizione alternativa. Tale configurazione è generata attraverso modalità discorsive che si accomunano per la non esplicitazione di riferimenti o presupposti che la sostengono e per la definizione di una realtà attualmente intesa. Questi processi concorrono a delegittimare quanto viene portato dall’altra parte nella misura in cui non viene contemplata una configurazione di realtà alternativa. Ibidem
Estratto dalla tesi: Mediazione: costrutto in fieri. Breve analisi del testo prodotto dal polo dialogico del legislatore

Estratto dalla tesi:

Mediazione: costrutto in fieri. Breve analisi del testo prodotto dal polo dialogico del legislatore

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Pisano
  Tipo: Tesi di Master
Master in La mediazione come strumento operativo all'interno degli ambiti familiare, penale, comunitario, civile e commerciale
Anno: 2016
Docente/Relatore: Gian Piero Turchi
Istituito da: Università degli Studi di Padova
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 32

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arbitrato
conciliazione
mediazione dialogica
legge n.28 del 2010
negoziazione assistita
verbale di conciliazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi