Skip to content

Giocodanza, imparare giocando

Estratto della Tesi di Giada Daniela De Mitri

Mostra/Nascondi contenuto.
pre ssione va le l’osse rva z ione c he , in se guito a uno stimolo prolunga to la se nsibilità diminuisc e fino a ddirittura a sc ompa rire . Il te mpo tota le pe r la sc ompa rsa de lla se nsa z ione è de tto te mpo di a da tta me nto, più lungo ne l c a so di stimoli inte nsi e più bre ve se l’a re a inte re ssa ta è più a mpia ” 16 . Az ione te rmic a : i re c e ttori de lla te mpe ra tura sono distribuiti in ma nie ra dive rsa su tutto il c orpo uma no, infa tti si rile va una dive rsa pe rc e z ione di c a ldo e fre ddo. L e z one “ fre dde ” sono più nume rose rispe tto a que lle “ c a lde ” . L ’a da tta me nto a lla te mpe ra tura è un proc e sso ve loc e e d a ssic ura be ne sse re a l c orpo, a nc he in situa z ioni dove la te mpe ra tura va ria c ontinua me nte . Dolore : le c a use di dolore possono e sse re prodotti da stimoli me c c a nic i, te rmic i, e le ttric i, c himic i e c c .. “ Il dolore , ne gli stra ti supe rfic ia li de lla pe lle , è loc a liz z a to c on pre c isione , è di bre ve dura ta , dà una se nsa z ione punge nte o bruc ia nte , se è prolunga ta , e c re a re a z ioni di c ontra z ione . Il dolore profondo, inve c e , è più diffic ile da loc a liz z a re e sa tta me nte , è più sordo e porta a ll’immobiliz z a z ione ” 17 . L ’importa nz a de llo sviluppo di que sta pe rc e z ione si sottoline a fin da subito: si sviluppa no infa tti ne l ba mbino i rifle ssi arc aic i , i qua li inte rve ngono ne i primi 12 me si e sono indispe nsa bili pe r la sua sopra vvive nz a . E ssi sono a d e se mpio il rifle sso di suz ione pe r l’a lla tta me nto, il rifle sso di c hiusura de lla ma no qua ndo si a vve rte una pre se nz a sul pa lmo (Gra sping re fle x) oppure il rifle sso di Moro, c ioè il prote nde re le bra c c ia ve rso l’a lto qua ndo la te sta sta pe r c a de re indie tro. In una fa se suc c e ssiva , qua ndo il ba mbino iniz ia a spe rime nta re il c onta tto c on il mondo e ste rno, è importa nte pe r il pote nz ia me nto di que sta pe rc e z ione fa rli utiliz z a re strume nti utili pe r c oglie re le diffe re nz e tra supe rfic i ruvide , lisc e , c a lde , fre dde , morbide , rigide , e c c .. Un e se rc iz io di que sta tipologia è sta to introdotto da Ma ria Monte ssori 18 : le 16 Maria Cristina Baso op.cit., p. 3 17 Ivi nota 8 18 M. Montessori (Chiaravalle, 31 agosto 1870 – Noordwijk, 6 maggio 1952) è stata una pedagogista, un’educatrice ed un medico. E’ stata una delle prime donne a laurearsi. Famosa per aver inventato un metodo innovativo per l’educazione infantile, altrettanto famoso in tutto il mondo, il quale si basa sullo sviluppo dell’indipendenza, della libertà e del rispetto delle potenzialità proprie del bambino. Questo metodo viene messo in pratica della “casa dei bambini”, aperta a San Lorenzo nel 1907. Il principio fondamentale espresso durante le lezioni è quello del lavoro libero, sorvegliato comunque dall’insegnante: esso trova massima espressione nel gioco. 10
Estratto dalla tesi: Giocodanza, imparare giocando

Estratto dalla tesi:

Giocodanza, imparare giocando

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giada Daniela De Mitri
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Scienze dell'Educazione
  Corso: Didattica delle attività motorie
  Relatore: Francesca D'Elia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 47

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi