Skip to content

Quale Africa? Un percorso tra le immagini del continente africano.

Estratto della Tesi di Clara Zaggia

Estratto dalla tesi: Quale Africa? Un percorso tra le immagini del continente africano.
19 
i  vari abitanti delle Libia dividendoli in gruppi più grandi
50
. La predilezione per i motivi mitici si 
rintraccia  frequentemente  nelle Storie:  nella  spiegazione  della conformazione  della Libia e  
dell’origine mitica del nome
51
, nelle narrazioni della circumnavigazione della Libia o della 
fondazione  in  essa  di  una  colonia
52
, infine  nella  descrizione  di  paesaggi,  eventi  e popolazioni  
africane
53
.  
L’aspetto  più  interessante della trattazione riguarda la raffigurazione mostruosa delle popolazioni 
africane: esemplari sono in tal senso le rappresentazioni degli Atlanti e dei Garamanti. Riguardo gli 
Atlanti: “Si chiamano Atlanti e tra gli uomini che conosciamo sono i soli a non avere nomi ... 
Imprecano contro il sole … lo oltraggiano inoltre con ogni tipo di offese, poiché con il suo ardore li 
logora … Dopo altri dieci giorni di cammino c’è un’altra collina di sale ... Vicino a questo sale c’è 
un monte che si chiama Atlante … Gli abitanti del paese hanno preso nome da lui: si chiamano 
Atlanti. Si narra che non si nutrano  di  alcun  essere animato e che non abbiano sogni”
54
.  Sui 
Garamanti: “nella regione  delle  fiere vivono i Garamanti:  rifuggono da tutti gli uomini e da ogni 
frequentazione; non possiedono nessuna arma da guerra né sanno difendersi”
55
, la loro lingua non 
ha nulla in comune con quella degli altri uomini; inoltre, “presso i Garamanti ci sono anche buoi 
che pascolano all’indietro ... : hanno le corna curvate in avanti. Perciò pascolano indietreggiando; in 
avanti non possono, altrimenti le corna si conficcherebbero nel suolo … Su delle quadrighe i 
Garamanti vanno a caccia dei trogoditi etiopi”
56
. Occupandosi della Scizia, Erodoto prende in 
esame pure la figura di Ercole o Eracle
57
.  Le Storie aprono una nuova stagione nell’illustrazione 
dell’Africa. “L’Africa, da Erodoto in poi, è immaginata come terra dello straordinario e del 
meraviglioso, e le esplorazioni, il progresso delle conoscenze geografiche non impediscono a Plinio 
e Pomponio Mela d’integrare le loro opere con mirabilia da cui non sono  abbindolati. … Questa  
percezione mitica del  territorio ha attraversato  i  secoli. Questo  carattere  straordinario,  che  
                                                 
50
 In HER. IV 197, 2: l’Africa “la abitano quattro stirpi … Libi e gli Etiopi sono autoctoni, abitando gli uni la parte della 
Libia verso Borea e gli altri quella verso Noto; i Fenici e i Greci sono immigrati” (ivi, p. 209). 
51
 Cfr. HER. IV  3-4.  
52
 Prima versione della circumnavigazione: spedizione fenicia su ordine del re degli egizi Neco (Cfr. HER. IV  42). 
Seconda versione: i Cartaginesi ricordano la spedizione cui Sataspe fu obbligato per espiare una grave colpa (Cfr. HER. 
IV  43, 5-6). Tera lascia Sparta e nel viaggio porta in salvo con sé Mini, ossia alcuni discendenti dei naviganti dell’Argo. 
Assieme s’insedieranno nell’isola di Calliste, ribattezzandola Tera (Cfr. HER. IV  146-149)  . Altra versione della 
fondazione è dei Terei: protagonista dell’impresa fu Batto (Cfr. HER. IV  150-153). In HER. IV  153-157, si rimanda alla 
rappresentazione spartana della fondazione.  
53
 Cfr. HER. IV  174 - 185.   Erodoto vi descrive  molti popoli:  Garamanti;  Maci  che hanno capelli simili ad una cresta e  
portano in guerra pelli di struzzi; Gindani; Lotofagi che si cibano solo del frutto del loto; Maclui e Ausei che risiedono 
intorno alla palude del Tritonide,  luogo che  conobbe la  presenza di Giasone,  degli  Argonauti e  di  Tritone,  i secondi  
credono anche che Atena sia figlia di Poseidone e della palude Tritonide; Ammoni che hanno il santuario dedicato allo 
Zeus di Tebe; gli Augili. 
54
 Ivi 184, 1 - 4  (ERODOTO, Le Storie, Libro IV cit. , pp. 197-199). 
55
 Ivi 174  (ivi, p. 189). 
56
 Ivi 183, 1 - 4  (ivi, pp. 195-197). 
57
 Cfr. ivi  8 - 10.

Estratto dalla tesi:

Quale Africa? Un percorso tra le immagini del continente africano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Clara Zaggia
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica
  Relatore: Bruna Giacomini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 172

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

africa
fotografie africa
immagini africa

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi