Skip to content

Il concetto di rivoluzione in Ernesto Guevara, la Rivoluzione cubana e il dibattito su Rinascita (1959-1969)

Estratto della Tesi di Rosario Fontanella

Estratto dalla tesi: Il concetto di rivoluzione in Ernesto Guevara, la Rivoluzione cubana e il dibattito su Rinascita (1959-1969)
19 
imparato da mio padre e cioè avere tre principi inderogabili: non mentire, 
non rubare, non avere paura”
2
. 
Antonio Moscato, nel suo libro “Che Guevara: storia e leggenda”
3
, 
così interpreta il significato di questi tre principi, apparentemente banali, e 
come questi lasciarono una traccia profonda nella vita del Che: 
“Il non mentire rimarrà un principio praticato e ribadito pubblicamente durante 
tutta la sua breve vita politica: raccomanderà sempre, per esempio, di non nascondere 
errori e deficienze nel lavoro, di non esagerare la portata delle difficoltà oggettive (dal 
blocco americano ai cicloni) e di mettere in primo piano l’esame dei propri errori. 
Il non rubare, significherà per lui non accettare neppure una briciola di 
privilegio: subito dopo la rivoluzione rifiuterà perfino un’auto dallo Stato e si farà 
aiutare dal padre ad acquistare una Citroen 2CV, la più piccola delle utilitarie 
disponibili. Rifiuterà sempre anche ogni privilegio per la famiglia e lo ribadirà nella 
lettera di addio a Fidel.”Non lascio a mia moglie ed ai miei figli niente di materiale, 
ma questo non è per me ragione di pena. Mi rallegro che sia così; non chiedo niente 
per loro perché lo Stato provvederà al necessario per farli vivere e per educarsi. 
Il non aver paura, nel caso del Ché non avrebbe bisogno di commenti se non per 
sottrarre la frase ad una visione banalizzante. Per il Ché, ma probabilmente già per il 
padre e per il nonno, ciò vuol dire che la stessa vita di un uomo ha un senso solo se è 
messa al servizio di qualcosa che la trascende, di qualcosa di infinito, che é l’umanità e 
la causa della sua liberazione. E’ a partire da questa identificazione che è possibile 
l’eroismo del Ché, che non era un eroismo astratto, fine a sé stesso, ma la servizio di 
una causa”
4
. 
 
Il padre del Che ebbe un ruolo importante anche nel trasmettere al 
figlio un insaziabile amore per lo sport e per l’esercizio fisico, nella 
convinzione che solo con la forza di volontà egli avrebbe potuto superare le 
limitazioni e le sofferenze impostegli dalla malattia. La forte 
determinazione di Ernesto, fin dagli anni giovanili, a vincere le proprie 
deficienze fisiche, divenne uno dei tratti salienti della sua personalità il cui 
carattere precipuo fu una invidiabile capacità di relazionarsi con le persone 
più disparate e delle più diverse classi sociali. A questo proposito, il fatto 
che  egli frequentò la scuola pubblica ad Alta Gracia, la cittadina nella 
                                                 
2
 ERNESTO GUEVARA LYNCH, Mi hijo el Che, Madrid, Editorial Planeta, 1981 (trad. it. Mio figlio il 
Che, Roma, Editori Riuniti, 1981) 
3
 ANTONIO MOSCATO, Che Guevara, storia e leggenda, Firenze, 2006 
4
 ANTONIO MOSCATO, Il Che inedito, Roma, Edizioni Alegre 2006

Estratto dalla tesi:

Il concetto di rivoluzione in Ernesto Guevara, la Rivoluzione cubana e il dibattito su Rinascita (1959-1969)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rosario Fontanella
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Aurelia Camparini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 124

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marxismo
pci
rivoluzione cubana
fidel castro
ernesto guevara
fulgencio batista
guerriglia e potere
saverio tutino
rivista rinascita
lotta alla burocrazia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi