Skip to content

Il Sudafrica dall'apartheid alla costruzione dello Stato democratico

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Cecchi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali (LM-52)
  Relatore: Andrea Francioni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

In questa tesi vengono esposti i principali avvenimenti storici che in Sudafrica hanno portato alla nascita, alla perpetuazione e allo smantellamento del regime dell'apartheid. Il modello coloniale e di dominio da parte della minoranza bianca fa del Sudafrica un caso esemplare di sfruttamento e oppressione delle popolazioni autoctone.
Secondo il diritto internazionale, l'apartheid è un crimine contro l'umanità e gli Stati possono essere ritenuti responsabili delle loro azioni. La politica di apartheid consisteva nel mantenere la separazione sociale e razziale tra i vari gruppi etnici e nel combinare tali divisioni con ripartizioni geografico-territoriali. Il suo obiettivo era quello di concentrare non solo il potere politico, ma anche le ricchezze economiche e il benessere sociale nelle mani della minoranza bianca.
Il primo capitolo si dedicherà all'analisi delle lotte per il controllo della regione, acuitesi con l'arrivo dei boeri nel 1652 e culminate nelle guerre anglo-boere che portarono poi, nel 1910, alla nascita del Sudafrica così come attualmente si configura.
Il secondo capitolo verrà invece dedicato alla transizione dal regime verso la democrazia pluripartitica e una nuova costituzione, puntando a sviscerare gli aspetti socio-economiche del regime.
Il terzo capitolo, infine, analizzerà gli aspetti costitutivi del Sudafrica nato dalle ceneri dell'apartheid, la democrazia dal 1994, esaminando anche l'esperienza della Truth and Reconciliation Commission.

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Cecchi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali (LM-52)
  Relatore: Andrea Francioni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L'apartheid fu etichettata come crimine contro l'umanità dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite già nel 1966, e il trionfo della democrazia liberale costituì una conclusione straordinaria per la storia del Sudafrica nel XX secolo. Durante i lunghi anni di prigionia di Mandela, un simile sviluppo sembrava incredibilmente improbabile. Tra gli analisti c'era, sì, un ampio consenso sul fatto che il dominio delle minoranze bianche non potesse durare per sempre, ma coloro che ne predissero la fine raramente predissero un esito politico così favorevole. Infatti, era ampiamente temuto che il regime sarebbe caduto con un bagno di sangue che avrebbe lasciato una profonda cicatrice sulle relazioni razziali nel resto del mondo. La lotta contro l'apartheid produsse, invece, una delle figure più imponenti del ventesimo secolo, Nelson Mandela. La sua persona e la sua posizione rappresentarono una svolta epocale non solo per le straordinarie qualità umane dell’uomo, ma anche per la visione illuminata del politico che fu capace di comprendere la necessità della transizione pacifica del paese e si adoperò strenuamente per perseguirla. L'affermazione secondo cui il governo del Sud Africa prima del 1994 fosse un governo totalitario si basa generalmente sulle innumerevoli testimonianze del comportamento arbitrario degli agenti dello stato apparentemente non vincolati dalla legge o da principi giuridici e sul modo in cui le politiche razziali del paese influenzarono la vita dei cittadini sudafricani in tutti gli aspetti, dalla culla alla tomba. Entrambi questi aspetti, le politiche razziali e le misure di sicurezza adottate per difenderle, vengono identificate con la parola “apartheid”. C'erano importanti continuità tra segregazione e apartheid: in entrambe le epoche le persone di colore hanno affrontato politiche condiscendenti e restrittive, leggi discriminatorie sulla residenza e il lavoro e hanno avuto negati il diritto di voto. Il periodo pre-apartheid vide una considerevole separazione razziale forzata nell'economia e nella società. In entrambi i periodi prevalse l'ideologia della supremazia bianca. Queste somiglianze hanno portato alcuni studiosi a vedere l'apartheid semplicemente come un'intensificazione della segregazione. 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi