Skip to content

La responsabilità sportiva nell'ordinamento italiano e statunitense

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Indice della tesi: La responsabilità sportiva nell'ordinamento italiano e statunitense, Pagina 1
<br/><b>PREMESSA </b>
<br/>
<br/><b>CAPITOLO I: L'ORDINAMENTO SPORTIVO </b>
<br/>
(Rilevanza ed autonomia dell'ordinamento sportivo)<br/>
<br><b>1. Origine dottrinale ed emersione giuridica dell'ordinamento sportivo </b><br/>
<br><b>2. Riconoscimento normativo, statuario e giurisprudenziale dell'ordinamento sportivo </b><br/>
 2.1 Il legislatore e l'ordinamento sportivo <br/>
 2.1.1 La legge 426/1942 e la legislazione coeva <br/>
 2.1.2 L'aderenza legislativa alle problematiche sportive ed alle sue degenerazioni: dalla legge 1099 del 1971 alla legge 401 del 1989 <br/>
 § I - La regolamentazione del Coni <br/>
 § II - La legislazione medica: la tutela della salute <br/>
 § III - Il lavoro sportivo <br/>
 § IV - Il reato di frode in competizioni sportive: art 1 l. 13.12.1989,  n. 401 <br/>
 § V - La violenza negli stadi <br/>
2.1.3 L'evoluzione frenetica della legislazione odierna: dalla met&agrave; degli anni '90 ad oggi <br/>
 § I - La regolamentazione del Coni <br/>
 § II - Le Federazioni Sportive Nazionali <br/>
 § III - La configurazione odierna del Coni <br/>
 § IV - La legislazione medica <br/>
 § V - Il doping nell'attuale legislazione <br/>
 § VI - Il rapporto di lavoro sportivo <br/>
 § VII - La vicenda Bosman <br/>
 § VIII - La violenza negli stadi <br/>
2.2 La normativa sopranazionale: la legislazione comunitaria, le convenzioni internazionali e le determinazioni della Corte di Giustizia delle Comunit&agrave; europee <br/>
 2.3 La regolamentazione nell'ordinamento sportivo internazionale e nazionale <br/>
 2.3.1 La regolamentazione sportiva internazionale <br/>
 § I - Il Comitato Internazionale Olimpico (CIO) e l'organizzazione delle Olimpiadi <br/>
 § II - Le Federazione Sportive Internazionale (FSN) <br/>
 2.3.2 Gli statuti ed i regolamenti del CONI e delle Federazioni Sportive Nazionali <br/>
 § I - Il Coni: ente multiforme <br/>
 § II - Le Federazioni Sportive Nazionali <br/>
 2.4 La giurisprudenza e l'ordinamento sportivo <br/>
 2.4.1 L'autonomia dell'ordinamento sportivo nella visione giurisprudenziale <br/>
 2.4.2 La natura giuridica del CONI <br/>
 2.4.3 La natura giuridica delle federazioni sportive <br/>
 2.4.4 La giurisprudenza e lo sport <br/>
<br><b>3. Caratteristiche dell'ordinamento sportivo </b><br/>
<br/><b>CAPITOLO II: LA RESPONSABILITA' SPORTIVA </b>
<br/>
<br><b>1. La responsabilit&agrave; (sportiva) in generale </b><br/>
 1.1 La responsabilit&agrave; sportiva e la responsabilit&agrave; dello sportivo <br/>
<br><b>2. I confini della responsabilit&agrave; sportiva: la responsabilit&agrave; disciplinare </b><br/>
 § I - L'illecito sportivo fra giustizia sportiva e giustizia ordinaria <br/>
 § II - Regolamentazione sportiva vs. ordinamento statale? <br/>
 § III - Indipendenza del procedimento disciplinare sportivo dal processo penale <br/>
 2.1 La responsabilit&agrave; oggettiva nell'ordinamento sportivo <br/>
 2.1.1 Le responsabilit&agrave; delle societ&agrave; sportive <br/>
 2.1.2 Natura e finalit&agrave; della responsabilit&agrave; oggettiva in ambito sportivo <br/>
 2.2 Cenni giurisprudenziali <br/>
<br><b>3. La responsabilit&agrave; ordinaria in ambito sportivo </b><br/>
 3.1 L'interesse dell'ordinamento generale per l'avvenimento sportivo: l'illecito sportivo come illecito civile e/o penale <br/>
 3.1.1 Analisi generale dei rischi nello sport <br/>
 3.1.2 Lo sport ed i propri rischi: orientamenti storico-valutativi dell'ordinamento statale <br/>
 § I - L'irrilevanza giuridica dell'attivit&agrave; sportiva <br/>
 § II - La soggezione dello sportivo alla disciplina comune <br/>
 § III - L'attivit&agrave; sportiva come pratica generalmente lecita <br/>
 3.1.3 L'ausilio della dottrina penale per fondare la liceit&agrave; della pratica sportiva <br/>
 3.2 Le cause di giustificazione <br/>
 3.2.1 La scriminante del consenso dell'avente diritto (ex art 50 cod. pen.) <br/>
 § I - I parametri con cui valutare il consenso al rischio sportivo <br/>
 § II - I limiti alla scriminante del consenso dell'avente diritto<br/>
 § III - ... E la valutazione di favore da parte dell'ordinamento generale<br/>
 § IV - Elementi ostativi all'applicazione della scriminante <br/>
 3.2.2 La scriminante dell'esercizio del diritto (ex art 51 cod. pen.) <br/>
 § I - Il diritto-fonte dell'esimente ex art 51 cod. pen <br/>
 § II - Il ruolo primario della regola sportiva quale fonte di legittimazione assorbita dall'ordinamento statale (la violenza-base) <br/>
 § III - Critiche alla scriminante dell'esercizio del diritto <br/>
 3.2.3 La scriminante non codificata <br/>
 3.3 L'art 2043 cod. civ.: strumento per responsabilizzare lo sportivo <br/>
 3.3.1 L'assimilazione dell'accettazione del rischio sportivo con le clausole di esonero della responsabilit&agrave; extracontrattuale <br/>
 § I - I limiti alla teoria dell'accettazione del rischio <br/>
 § II - La costruzione giuridica del parametro dell'atleta medio e dell'alea normale di gioco attraverso lo strumento della regolamentazione tecnica: le leges artis <br/>
 § III - Il differente rapporto fra la responsabilit&agrave; ordinaria e la norma tecnica<br/>
 § IV - ... E la persistenza importanza dei comuni parametri della prudenza, diligenza e perizia<br/>
 3.4 La responsabilit&agrave; nella giurisprudenza ordinaria <br/>
 § I - L'indirizzo risalente della Cassazione <br/>
 § II - L'evoluzione giurisprudenziale: la gara solo come occasione per procurare una lesione <br/>
 § III - La svolta decisa della Suprema corte: se il fallo provoca lesioni alla persona la scriminante dell'attivit&agrave; sportiva crolla <br/>
 § IV - I riferimenti offerti dalla pronuncia della Cass. n. 1951/2000 <br/>
 § V - Gli sviluppi pi&ugrave; recenti della giurisprudenza di legittimit&agrave; e merito <br/>
 3.5 L'attivit&agrave; sportiva come attivit&agrave; pericolosa <br/>
 § I - La tendenza restrittiva nell'applicazione dell'art 2050 cod. civ<br/>
 3.5.1 Il calcio e l'art 2050 cod. civ<br/>
 § I - La giurisprudenza altalenante e gli interventi legislativi in materia <br/>
 § II - La scriminante del livello agonistico per l'applicabilit&agrave; dell'articolo 2050 cc<br/>
 3.5.2 L'attivit&agrave; sciistica e l'art 2054 cod. civ<br/>
 3.5.3 Le attivit&agrave; motoristiche e ciclistiche e l'art 2054 cod. civ<br/>
 § I - Le competizioni su circuito chiuso <br/>
 § II - Le competizioni su circuito aperto <br/>
 3.5.4 L'art 2043 cod. civ. come ipotesi ordinaria di responsabilit&agrave;: deroghe <br/>
 3.5.5 Il gestore degli impianti di risalita e l'art 1681 cod. civ<br/>
 3.5.6 Gli ausiliari delle societ&agrave; sportive e l'art 2049 cod. civ<br/>
 3.6 Il risarcimento del danno <br/>
 § I - La dimensione soggettiva del danno: il danno esistenziale <br/>
 3.6.1 Gli elementi del danno risarcibile <br/>
 § I - Il danno patrimoniale <br/>
 § II - Il danno biologico e morale <br/>
 § III - Il danno esistenziale <br/>
 3.6.2 La concreta determinazione del risarcimento in ambito sportivo <br/>
 § I - Il risarcimento dell'atleta professionista <br/>
 3.6.3 La lesione del diritto di credito sportivo <br/>
 3.7 La responsabilit&agrave; penale <br/>
 § I - La responsabilit&agrave; penale negli sport a violenza vietata <br/>
 § II - La responsabilit&agrave; penale negli sport a violenza eventuale o necessaria <br/>
 3.7.1 La colpevolezza ex art 43 cod. pen.: l'inosservanza della disciplina (sportiva) <br/>
 3.7.2 L'osservanza della normativa tecnica e l'accettazione del rischio: scriminanti e limiti della responsabilit&agrave; penale <br/>
 3.7.3 Sistema penale vs. sistema civile <br/>
<br><b>4. I soggetti responsabili </b><br/>
 4.1 L'atleta <br/>
 § I - La distinzione delle attivit&agrave; sportive secondo il parametro della violenza: gli sport a violenza vietata o eventuale <br/>
 § II - Gli sport a violenza necessaria <br/>
 § III - Ulteriori criteri distintivi <br/>
 4.1.1 L'atletica leggera <br/>
 4.1.2 Lo sci <br/>
 4.1.3 Il calcio <br/>
 4.1.4 La boxe: un caso a s&eacute; <br/>
 § I - Un'attivit&agrave; sportiva in contrasto con la legislazione statale <br/>
 § II - La legittimazione dell'attivit&agrave; pugilistica da parte della giurisprudenza<br/>
 § III - ... E le critiche della dottrina<br/>
 4.2 La responsabilit&agrave; verso i terzi non partecipanti <br/>
 4.3 Gli altri soggetti <br/>
 4.3.1 L'organizzatore <br/>
 § I - La responsabilit&agrave; dell'organizzatore nei confronti degli atleti <br/>
 § II - La responsabilit&agrave; dell'organizzatore nei confronti degli spettatori e dei terzi in genere <br/>
 § III - Il fondamento contrattuale della responsabilit&agrave; dell'organizzatore <br/>
 § IV - L'organizzatore di manifestazioni sportive e l'art 2050 cod. civ<br/>
 4.3.2 Il gestore di impianti sportivi <br/>
 § I - Gli stadi di calcio <br/>
 § II - Gli impianti di risalita e le piste di sci <br/>
 4.3.3 L'arbitro <br/>
 4.3.4 La societ&agrave; sportiva <br/>
 4.3.5 L'allenatore e l'istruttore <br/>
 4.3.6 Il medico <br/>
<br><b>5. I recenti sviluppi della legislazione ordinaria e della regolamentazione sportiva in conseguenza del caso calciopoli e delle violenze  di Catania </b><br/>
<br><b>Intervista sulla giustizia sportiva con il prof. Luigi Fumagalli </b><br/>
<br/><b>CAPITOLO III: LA RESPONSABILITA' SPORTIVA NELL'ORDINAMENTO STATUNITENSE </b>
<br/>
<br><b>1. Lo sport nella cultura nordamericana </b><br/>
<br><b>2. La responsabilit&agrave; per il danno da competizione sportiva </b><br/>
 2.1 Le fonti del diritto statunitense <br/>
 2.1.1 La giurisprudenza <br/>
 2.1.2 La dottrina: il Restatement of the law <br/>
 2.2 Il diritto privato: i torts <br/>
<br><b>3. Assumption of risk </b><br/>
 3.1 Le origini della dottrina dell'assumption of risk <br/>
 3.2 L'interpretazione restrittiva, ma coerente, dell'assumption of risk: il Restatement (second) fo Torts, § 496 C <br/>
3.3 La critica e l'abolizione dell'assumption of risk originariamente intesa: il Restatement (third) of Torts <br/>
 § I - La sopravvivenza dell'assumption of risk alla teoria comparativa: the full preference and the ''supermerger'' into comparative fault <br/>
<br><b>4. La responsabilit&agrave; civile nel diritto sportivo statunitense </b><br/>
 § 1 - L'analisi della condotta nell'avvenimento sportivo: la negligence conduct e la reckless conduct <br/>
 § II - Il comparative fault e la critica della dottrina tradizionale <br/>
4.1 La ''assumption of risk'' quale scriminante della responsabilit&agrave; in ambito sportivo <br/>
 § I - L'esempio concreto dello Stato di New York e di altre realt&agrave; statunitensi <br/>
<br/><b>CONCLUSIONE </b>
<br/>
 § I - La profonda divergenza dei modelli originari <br/>
 § II - La sostanziale convergenza nella scriminante dell'implicita assunzione di rischio <br/>
 § III - L'uniformit&agrave; di giudizio nel comportamento deliberatamente negligente <br/>
 § IV - Le persistenti differenze fra la realt&agrave; italiana e quella statunitense <br/>
<br/><b>BIBLIOGRAFIA </b>
<br/>
<br/><b>INDICE CRONOLOGICO DELLE LEGGI </b>
<br/>
<br/><b>INDICE CRONOLOGICO DELLE SENTENZE </b>
<br/>
<br/><b>SCHEMI ESEMPLIFICATIVI </b>
<br/>
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Indice dalla tesi:

La responsabilità sportiva nell'ordinamento italiano e statunitense

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Filisetti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Diana Cerini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 366

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi