Skip to content

La disciplina previdenziale nel settore agricolo: gli operai agricoli a tempo determinato

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
<br><b>Premessa</b> <br/> <br/><b>Capitolo Primo: La tutela previdenziale e assistenziale dell'operaio agricolo</b> <br/> 1. i soggetti protetti<br/> 2. l'accertamento dei soggetti protetti: gli elenchi nominativi<br/> 3. l'accertamento contributivo e il sistema dei contributi agricoli unificati<br/> 3.1 l'accertamento delle giornate lavorative<br/> 3.2 la determinazione del contributo dovuto<br/> 3.3 la riscossione, la ripartizione e l'accredito dei contributi<br/> 3.4 la riforma della previdenza agricola: la contribuzione<br/> 3.5 i contributi figurativi<br/> 3.6 l'attivit&agrave; di vigilanza e le sanzioni per gli inadempimenti agli obblighi contributivi<br/> 3.7 la prescrizione dei contributi<br/> <br/><b>Capitolo Secondo: Le prestazioni </b> <br/> 1. L'indennit&agrave; di disoccupazione<br/> 1.1 L'assicurazione di disoccupazione<br/> 1.2 Domanda giudiziale dell'indennit&agrave; di disoccupazione agricola<br/> 1.3 La retribuzione come base per il calcolo della prestazione<br/> 1.4 Nuove norme in vigore dal 1° gennaio 2008<br/> 2. L'indennit&agrave; di malattia e maternit&agrave;<br/> 2.1 Congedo parentale<br/> 2.2 Quantificazione della indennit&agrave;<br/> 2.3 Prescrizione e decadenza<br/> 3. L'assegno per il nucleo familiare<br/> 3.1 Il nucleo familiare<br/> 3.2 Il reddito familiare<br/> 3.3 Condizioni per l'erogazione<br/> 3.4 Novit&agrave; del 2007<br/> 4. La pensione di vecchiaia<br/> 4.1 Il fondamento della tutela<br/> 4.2 I requisiti<br/> 4.3 I requisiti vigenti al 31.12.1992<br/> 4.4 Decorrenza della pensione<br/> 4.5 Facolt&agrave; di proroga del servizio<br/> 4.6 I nuovi requisiti per la pensione di vecchiaia<br/> 4.7 La contribuzione utile<br/> 4.8 Requisiti ridotti F.P.L.D.<br/> 4.9 La fase transitoria<br/> 4.10 Requisiti di et&agrave;<br/> 4.11 Deroghe al requisito di et&agrave;<br/> 4.12 Attivit&agrave; usuranti<br/> 4.13 Deroghe al requisito contributivo<br/> 4.14 La pensione di vecchiaia nel sistema contributivo<br/> 4.15 Requisiti della pensione di vecchiaia nel sistema contributivo<br/> 4.16 La pensione di vecchiaia dal 2008 <br/> 4.16.1 requisiti dal 2008<br/> 4.16.2 Il nuovo regime delle decorrenze per la pensione di vecchiaia<br/> 4.16.3 Coefficienti trasformazione pensioni contributive<br/> 4.17 Patrocini futuri<br/> 4.18 Integrazione al trattamento minimo<br/> 4.19 Benefici per particolari categorie<br/> 4.20 Le lavoratrici madri<br/> 4.21 L'opzione per il sistema contributivo<br/> 4.22 Il calcolo di pensione nel periodo transitorio<br/> 4.23 La pensione supplementare<br/> 4.24 Caratteristiche principali<br/> 4.25 Pensione supplementare nella gestione separata<br/> 5. La pensione di anzianit&agrave;<br/> 5.1 Il fondamento della tutela<br/> 5.2 I requisiti di accesso fino al 1995<br/> 5.3 I requisiti di accesso a partire dal 1996<br/> 5.4 La pensione di anzianit&agrave; dal 2008<br/> 5.4.1 I requisiti dal 2008<br/> 5.4.2 Lavori usuranti<br/> 5.4.3 Le finestre per le pensioni di anzianit&agrave;<br/> 5.4.4 Eccezioni : quando si applicano le vecchie finestre<br/> 5.5 Patrocinio futuro<br/> 5.6 La certificazione del diritto<br/> 5.7 La contribuzione<br/> 5.8 I contributi utili per i 40 anni<br/> 5.9 Pensione di anzianit&agrave; per i lavoratori agricoli dipendenti<br/> 5.10 Le capienze<br/> 5.11 Determinazione del diritto<br/> 5.12 Verifica delle capienze<br/> 5.13 Pensioni da liquidare nella Gestione CDCM<br/> 5.14 Pensioni da liquidare nella Gestione ART o COM<br/> 5.15 I lavoratori in particolari situazioni contributive: le regole della legge 449/97 e le relative deroghe<br/> 5.16 I lavoratori precoci<br/> 5.17 Gli operai ed equivalenti<br/> 5.18 Le figure equivalenti<br/> 5.19 Il diritto a pensione<br/> 5.20 I lavoratori in mobilit&agrave;<br/> 5.21 Lavoratori che svolgono attivit&agrave; usuranti<br/> 5.22 Lavoratori in CIG straordinaria<br/> 5.23 Le decorrenze per i lavoratori dipendenti<br/> 5.24 Le decorrenze dal 2008<br/> 5.25 Possibilit&agrave; di differire il pensionamento<br/> 5.26 Lavoratori con 40 anni di contributi<br/> 5.27 Il passaggio al nuovo regime previsto dalla legge 243/2004<br/> 5.28 L'incentivo al posticipo della pensione: il superbonus<br/> 5.29 Effetti dell'opzione<br/> 6. L'assicurazione contro la tubercolosi<br/> 6.1 L'indennit&agrave; giornaliera<br/> 6.2 L'indennit&agrave; post-sanatoriale<br/> 6.3 L'assegno di cura e sostentamento<br/> 6.4 Il comporto<br/> 6.5 Prescrizione e decadenza<br/> 7. L'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali<br/> 7.1 La malattia professionale<br/> 7.2 Infortunio sul lavoro<br/> 7.3 La rendita<br/> 7.4 La revisione della rendita<br/> 7.5 La prescrizione<br/> <br/><b>Capitolo Terzo: Le ispezioni sul lavoro</b> <br/> 1. I nuovi servizi ispettivi: principi e modelli della riforma<br/> 1.1 Una riforma nella riforma<br/> 1.2 Il coordinamento dell'attivit&agrave; di vigilanza<br/> 1.3 L'attivit&agrave; di prevenzione e promozione<br/> 1.4 La rivisitazione degli organi dei poteri ispettivi<br/> 1.4.1 Diffida<br/> 1.4.2 Prescrizione obbligatoria<br/> 1.4.3 Diffida accertativi per i crediti di lavoro<br/> 1.5 Raccordo tra attivit&agrave; conciliativa e funzione ispettiva<br/> 2. Dall'organizzazione alla conciliazione monocratica<br/> 2.1 uno scenario organizzativo<br/> 2.2 il coordinamento centrale<br/> 2.3 il coordinamento regionale e provinciale<br/> 2.4 il personale ispettivo e i compiti di vigilanza<br/> 2.5 l'ispettore promotore e consulente<br/> 2.6 il diritto di interpello<br/> 2.7 Gli strumenti operativi per la razionalizzazione <br/> 2.8 La conciliazione monocratica<br/> 2.8.1 la conciliazione preventiva<br/> 2.8.2 gli effetti della conciliazione monocratica<br/> 2.8.3 la conciliazione contestuale<br/> 3. Dalla diffida accertativa ai ricorsi regionali <br/> 3.1 La diffida accertativi per crediti patrimoniali<br/> 3.1.1 Presupposti operativi<br/> a. Lavoro subordinato ma anche autonomo<br/> b. Inosservanze alla disciplina contrattuale<br/> c. Crediti patrimoniali di lavoro<br/> d. Importi risultanti dall'accertamento<br/> 3.1.2 Natura, caratteri e procedura<br/> 3.2 La diffida obbligatoria<br/> 3.3 Il potere di disposizione<br/> 3.4 La prescrizione obbligatoria<br/> 3.5 Il ricorso alla direzione regionale del lavoro<br/> 3.6 Il ricorso al comitato regionale per i rapporti di lavoro<br/> 4. Contrasto al lavoro nero<br/> 5. Sanzioni per omissioni contributive<br/> <br/><b>Conclusioni</b> <br/> <br/><b>Bibliografia</b> <br/> Sitografia<br/> Sentenze cassazione e corte costituz.<br/> Circolari INPS<br/> Leggi, D.L. E D.LGS<br/>
Indice della tesi: La disciplina previdenziale nel settore agricolo: gli operai agricoli a tempo determinato, Pagina 1

Indice dalla tesi:

La disciplina previdenziale nel settore agricolo: gli operai agricoli a tempo determinato

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuditta Annicchiarico
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Cataldo Balducci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 379

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

operai agricolo
pensione agricoltori
previdenza agricoltori

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi