Skip to content

Aspetti geografico-economici della conservazione attiva dell'ambiente naturale: l'esperienza del Parco nazionale d'Abruzzo, un accostamento tra tutela dell'ambiente e sviluppo

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
<br><b>Premessa</b> <br/> <br><b>Parte prima - problematiche inerenti la tutela ambientale: panoramica generale</b><br/> <br/><b>Capitolo Primo. L'equilibrio dell'ambiente naturale</b> <br/> 1.1. Ambiente e Sviluppo: la ricerca del sentiero <br/> 1.2. Effetti sull' ambiente causati dal processo di sviluppo economico: del paesaggio naturale e antropico<br/> 1.3. I nuovi bisogni: una migliore qualità della vita<br/> 1.4. Il processo di percezione e di consapevolezza del degrado ambientale<br/> <br/><b>Capitolo Secondo. La domanda di tutela ambientale e risposte del mercato</b> <br/> 2.1. L'ambiente inteso come bene economico: una risorsa limitata<br/> 2.2. Compatibilità tra cultura ecologica e cultura economica<br/> 2.3. Sviluppo dei settori interessati dalla "produzione verde": il restauro ambientale<br/> 2.3.1. Sul regolamento comunitario n. 880/92 (l'ecobilancio)<br/> 2.3. 2. Le "produzioni verdi"<br/> 2.4. Sviluppo delle attività turistico-naturalistiche<br/> 2.5. Integrazione tra attività agricole e turistiche: la valorizzazione della risorsa ambientale<br/> <br/><b>Capitolo Terzo. La tutela ambientale dal punto di vista della normativa italiana</b> <br/> 3.1. La Normativa vigente in tema di tutela del territorio<br/> 3.1.1. Evoluzione del concetto di conservazione della natura e di salvaguardia dell'ambiente<br/> 3.1.2. La tutela del paesaggio e la pianificazione del territorio: dai primi studi di valutazione del paesaggio Landascape evalution alla procedura di valutazione di impatto ambientale<br/> 3.2. La Legge organica 6 dicembre 1991, n. 394, sulle aree protette: uno strumento innovativo per la conservazione attiva dell'ambiente naturale<br/> 3.2.1. Il disegno di legge del 1980<br/> 3.2.2. Il Convegno Nazionale "Strategia 801" e la sfida del 10%: un ruolo nuovo assegnato alle aree protette<br/> 3.2.3. Alcuni aspetti della Legge 394/91. Il sistema italiano delle aree protette<br/> 3.3. Classificazione delle aree protette: definizioni<br/> 3.3.1. Lo schema di Bourdelle del 1948<br/> 3.4:. L'inquadramento delle definizioni di "area protetta" nella Legge organica (articolo 2)<br/> 3.4.1. Differenze tra le normative regionali: il Piemonte<br/> 3.5. Osservazioni conclusive<br/> <br/><b>Capitolo Quarto. Regimi differenziati di tutela e di gestione dell'ambiente: la "zonazione" del territorio</b> <br/> 4.1. Il concetto di "zonazione"<br/> - L'inquadramento della zonazione nella Legge organica<br/> - L'esperienza francese<br/> 4.2. L'esperienza del Parco Nazionale d'Abruzzo<br/> 4.2.1. Le quattro zone di tutela del territorio<br/> <br/><b>Capitolo Quinto. Tutela dell'ambiente attuata tramite la creazione di parchi e riserve naturali</b> <br/> 5.1. Cenni storici: i primi parchi nazionali<br/> 5.2. L'esperienza straniera<br/> - Il sistema americano<br/> - Il sistema svizzero<br/> - Il sistema inglese<br/> 5.2.1. La tradizione inglese: l'architettura del paesaggio<br/> 5.3. I Parchi nazionali italiani<br/> - Esempi di gestione dell'ambiente naturale<br/> 5.4. Conflitti tra interesse generale e collettivo ed interesse individuale e locale<br/> 5.4.1. Un nuovo turismo: spazio consumato e spazio visitato<br/> 5.4.2. Vincoli ed economia locale: la gestione del territorio<br/> 5.5. Confronto tra sistemi di aree protette<br/> - Il National Parks System<br/> - Il Parco Nazionale di Plitvice<br/> 5.6. Dinamica degli atteggiamenti sociali: l'esperienza del Parco Nazionale d'Abruzzo<br/> 5.6.1. Il costo opportunità<br/> 5.6.2. L'evoluzione degli atteggiamenti sociali<br/> <br/><b>Capitolo Sesto. Lo sviluppo economico derivante dalla tutela dell'ambiente naturale</b> <br/> 6.1. Concetto di "eco-sviluppo" e di paesaggio economico<br/> 6.1.1. Il paesaggio economico<br/> 6.2. Tutela e gestione del territorio: obiettivo della conservazione<br/> 6.3. I "valori massimi" dell'ambiente naturale<br/> 6.3.1. Il turismo naturalistico: propulsore dello sviluppo<br/> - Effetti del turismo sull'ambiente: una fonte di degrado<br/> <br><b>Parte seconda - il Parco Nazionale d'Abruzzo: un esempio concreto di accostamento tra sviluppo economico e tutela dell'ambiente naturale</b><br/> <br/><b>Capitolo Settimo. Scelta dell'"area campione" per lo studio dello sviluppo socio-economico derivante dalla tutela dell'ambiente naturale</b> <br/> 7.1. Il quadro ambientale del Parco Nazionale d'Abruzzo<br/> - Morfologia del territorio<br/> - Il clima<br/> - Aspetti geologici<br/> - La vegetazione<br/> - La fauna<br/> 7.2. Abruzzo regione verde d'Europa: l'obiettivo della salvaguardia del 30% dell'ambiente naturale<br/> <br/><b>Capitolo Ottavo. Brevi cenni storici sul Parco Nazionale d'Abruzzo</b> <br/> 8.1. 1922: i primi anni del Parco<br/> 8.2. 1933-1950: dalla soppressione alla ricostituzione dell'Ente Parco<br/> 8.3. 1958-1963: gli anni dello scempio edilizio<br/> - La specuLazione della Cicerana<br/> 8.4. L'ispezione della IUCN del 1964: lo scandalo internazionale<br/> 8.5. L'inizio del riscatto: la nomina della nuova Direzione<br/> <br/><b>Capitolo Nono. Caratteri demografici, economici e sociali</b> <br/> 9.1. I caratteri demografici<br/> 9.1.1. Panoramica delle determinanti storiche e sociali: l'azione dell'uomo sul paesaggio<br/> 9.2. Alcuni indicatori del benessere socio-economico<br/> 9.2.1. L'andamento della popolazione<br/> 9.2.2. L'andamento dell'occupazione e del reddito<br/> 9.2.3. La situazione abitativa<br/> 9.2.4. Il livello di istruzione<br/> 9.3. Osservazioni conclusive<br/> <br><b>Parte terza - turismo e sviluppo socio-economico: un legame stretto con la conservazione attiva dell'ambiente naturale</b><br/> <br/><b>Capitolo Decimo. Il turismo nei parchi: una domanda nuova e crescente</b> <br/> 10.1. La domanda di natura: una novità degli anni ottanta<br/> 10.2. Caratteristiche dei visitatori dei parchi<br/> 10.3. Il finanziamento dei parchi nazionali: un obiettivo di politica economica. La situazione del Parco Nazionale d'Abruzzo<br/> 10.3.1. Il bilancio del Parco Nazionale d'Abruzzo<br/> 10.4. Il potenziamento dei servizi all'interno dei parchi<br/> 10.4.1. L'organizzazione del Parco Nazionale d'Abruzzo<br/> 10.4.2. Civitella Alfedena: il "centro pilota"<br/> <br/><b>Capitolo Undecimo. Lo sviluppo del turismo nel Parco Nazionale d'Abruzzo: le cifre e gli effetti</b> <br/> 11.1. Le presenze turistiche: i dati ufficiali e le stime<br/> 11.1.1. L'adeguamento della capacità ricettiva: una stima attendibile delle presenze turistiche<br/> 11.1.2. Un metodo alternativo di stima delle presenze turistiche<br/> 11.2. Impatto economico del turismo<br/> 11.2.1. La spesa complessiva dei turisti<br/> <br/><b>Capitolo Dodicesimo. Gli effetti sugli altri comparti dell'economia locale</b> <br/> 12.1. Gli effetti sull'economia locale<br/> 12.1.1. Settore agro-silvo-pastorale<br/> - Minacce per la salvaguardia dell'Orso bruno marsicano e di altre specie protette<br/> 12.1.2. Il settore manufatturiero<br/> 12.1.3. Il settore edile: l'intervento dell'Ente Parco in materia urbanistica<br/> 12.1.4. Settore commerciale e dei servizi turistici<br/> 12.2. I rischi connessi ad una scarsa capacità imprenditoriale<br/> 12.2.1. Effetti sull'occupazione diretta determinati dall'attività del Parco<br/> <br/><b>Capitolo Tredicesimo. Incidenza del flusso turistico sull'ambiente naturale: i rischi conseguenti al superamento del valore-soglia</b> <br/> 13.1. Effetti del turismo sull'ambiente naturale<br/> - La capacità di portata<br/> - Concetto di attrito-intrinseco<br/> 13.2. L'esperienza del Parco Nazionale d'Abruzzo<br/> - la zonazione del territorio<br/> <br><b>Parte quarta - Civitella Alfedena: laboratorio del Parco Nazionale d'Abruzzo</b><br/> <br/><b>Capitolo Quattordicesimo. Un esempio di sviluppo economico compatibile con la tutela dell'ambiente</b> <br/> 14.1. Civitella Alfedena: centro-pilota del Parco <br/> - Il rapporto con la popolazione locale<br/> 14.2. Una migliore qualità della vita: il recupero del centro storico<br/> 14.3. L'andamento demografico, economico e sociale<br/> - Il Parco e la banca<br/> 14.4. Un modello di ecosviluppo<br/> 14.5. I rischi da evitare: le prospettive<br/> <br/><b>Conclusioni</b> <br/> <br><b>Bibliografia consultata</b><br/> <br><b>Cartografia</b><br/>
Indice della tesi: Aspetti geografico-economici della conservazione attiva dell'ambiente naturale: l'esperienza del Parco nazionale d'Abruzzo, un accostamento tra tutela dell'ambiente e sviluppo, Pagina 1

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Ferraretto
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1991-92
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Giorgio Spinelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 267

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ambiente
biodiversità
conservazione della natura
ecosviluppo
politica dell'ambiente
sostenibilità
sviluppo locale
turismo
tutela dell'ambiente
parchi naturali
aree naturali protette
parco nazionale d'abruzzo
pianificazione del territorio
geografia economica
natura 2000

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi