Skip to content

La cooperazione transnazionale sulle Alpi. Analisi delle esperienze e futuro sviluppo macroregionale.

Informazioni tesi

  Autore: Cristian Parolini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2014-15
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Management delle Pubbliche Amministrazioni e delle Istituzioni Internazionali
  Relatore: Piero Stanig
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

L'area Alpina si estende attraverso 8 Stati, i cui confini nazionali sono il risultato della travagliata storia del continente europeo. Le Alpi e i territori circostanti appaiono come un'area funzionale relativamente omogenea, chiamata a sfide che necessitano sempre più di risposte comuni, in grado di valicare gli inefficienti confini attuali. Da questa considerazione prende avvio l'analisi dello stato della cooperazione transnazionale Alpina e dei suoi futuri sviluppi macroregionali condotta in questo lavoro. Vengono approfondite in particolare tre realtà, facenti capo ad approcci diversi di collaborazione territoriale: la Convenzione delle Alpi, il programma europeo Spazio Alpino e la nascente Strategia macroregionale Alpina (EUSALP). Questi tre approcci vengono successivamente declinati e approfonditi riguardo ad un tema specifico, di fondamentale importanza per le Alpi, la gestione delle risorse idriche. Il metodo di ricerca utilizzato si basa sull'analisi della letteratura esistente, di casi studio, di documenti interni alle organizzazioni, nonché su comunicazioni scritte, un questionario ed interviste ad attori rilevanti. I risultati evidenziano alcune esperienze più di successo, ed altre che hanno mostrato maggiori difficoltà. Complessivamente lo scenario appare positivo, con buone prospettive frutto del costante aumento di attenzione rivolta alla collaborazione transfrontaliera e transnazionale. In questo scenario, l'avvio della EUSALP appare un'importante occasione. Emergono inoltre alcuni elementi, che vengono definiti cruciali, quali fattori per il buon esito di ogni esperienza di collaborazione Alpina, tra cui: la valorizzazione delle reti esistenti, l'impulso politico, la coerenza interna ed esterna e l'attenzione alla comunicazione.

Informazioni tesi

  Autore: Cristian Parolini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2014-15
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Management delle Pubbliche Amministrazioni e delle Istituzioni Internazionali
  Relatore: Piero Stanig
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione L’Europa è una regione costituita da un insieme di sistemi economici e sociali diversi e irripetibili: per storia, cultura e specializzazione produttiva; per modello di sviluppo; per complessità di relazione tra gli attori e i decisori pubblici; per configurazione territoriale e organizzazione spaziale delle attività; per specificità amministrativa e istituzionale. Questa diversità ha generato percorsi di crescita assai differenziati, tanto da far parlare di multi- regionalità dello sviluppo e di sfida della coesione economica e sociale (Bramanti & Ratti, 1993). L’evoluzione dell’Europa è stata storicamente caratterizzata dalle vicende legate agli stati nazionali. L’interesse primario era volto a salvaguardare la propria inviolabile sovranità e a tutelare i cosiddetti interessi della nazione (Bramanti & Ratti, 1993). Un chiaro trend nel processo recente di sviluppo regionale europeo evidenzia un cambiamento in questo scenario, con l’accentramento di alcuni poteri dal livello nazionale a quello sovranazionale e il contemporaneo emergere di un processo di decentralizzazione volto alla delega di alcune aree di responsabilità alle autorità regionali e locali. Si può quindi affermare che lo stato nazione è sempre più ristretto sia dall’alto che dal basso; da istituzioni internazionali e da pressioni regionali? In parte la risposta è sì, ed è infatti di moda, sebbene non sempre corretto, affermare che gli stati nazione al giorno d’oggi siano troppo grandi per alcune funzioni e troppo piccoli per garantirne molte altre (Alesina, 2003). Un secondo trend può inoltre essere individuato nella formazione di partnership sempre più forti tra autorità locali, settore economico, istituzioni e associazioni. In alcuni casi, questo corso ha condotto alla formazione di organizzazioni regionali più forti, in un processo chiamato regionalizzazione (Buček & Ryder, 2015). Questo fenomeno può avere un’accezione più rivolta a considerare la “regione” in senso economico, come area a forte specializzazione e omogeneità produttiva, o in senso istituzionale. Le prime sono identificabili come aree che presentano aggregazioni convergenti d’interessi, che non hanno necessariamente alcuna base di riferimento territoriale-amministrativo. Le seconde, al contrario, sono aree precisamente delimitate da confini amministrativi che, tuttavia, non corrispondono a realtà economiche auto-contenute (Bramanti & Ratti, 1993).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

europa
cooperazione
bocconi
transfrontaliera
eusalp
spazio alpino
macroregione
convenzione delle alpi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi