Skip to content

Le donne insegnanti nella scuola italiana

Informazioni tesi

  Autore: Giada Daniela De Mitri
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'Educazione
  Relatore: Roberto Sani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 48

Il settore dell’istruzione negli ultimi anni è stato contraddistinto da una consistente presenza femminile, in quanto un numero sempre crescente di donne, come la seguente indagine evidenzia, ha deciso di svolgere la propria professione in questo ambito. In alcuni periodi storici, le condizioni socio-culturali e politiche erano totalmente avverse al successo delle maestre all’interno del Sistema Scolastico, come accadde per esempio nei primi anni del XX Secolo o come si può notare durante il periodo fascista. Nonostante subito dopo l’Unità d’Italia e negli anni a seguire le possibilità di carriera erano del tutto o quasi inesistenti, dopo 158 anni le statistiche si sono totalmente invertite: le donne/insegnanti governano il Sistema Scolastico italiano odierno, occupando l’82% dei personale in servizio in tutti i gradi scolastici, scatenando il fenomeno che viene definito “valanga rosa”. Le maestre hanno dunque saputo lottare per conquistare dignità lavorativa e sociale, andando contro i pregiudizi di genere ed i limiti imposti da una società non ancora emancipata.
La tesi è stata quindi sviluppata con l’obiettivo di analizzare e motivare l’ascesa femminile nel campo dell’insegnamento, cercando di ritrovare le cause e le condizioni grazie alle quali le donne hanno potuto conquistare questo ruolo nella società, uscendo da una condizione di marginalità ad esse affibbiata e che ha influenzato ogni possibilità di riscatto pubblico. A tal proposito la scrittrice Dina Bertoni Jovine scrive: «la donna ha conquistato la scuola in poco più di un secolo; oggi alcuni settori scolastici sono addirittura dominati dalla presenza femminile. La professione dell'insegnamento non solo è stata la prima per la donna, ma anche una delle poche in cui la donna conquistò un posto preminente del mondo».

Informazioni tesi

  Autore: Giada Daniela De Mitri
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'Educazione
  Relatore: Roberto Sani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 48

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
25 46 A. Ascenzi, R. Sani, Oscuri martiri, eroi del dovere. Memoria e celebrazione del maestro elementare attraverso i necrologi pubblicati sulle riviste didattiche e magistrali nel primo secolo dell'Italia unita (1861-1961), Milano, Franco Angeli. 47 Ernesto Codignola (Genova, 23 giugno 1885 – Firenze, 28 settembre 1965) è stato un pedagogista italiano. Si interessò anche di storia della pedagogia e di storia del pensiero religioso. Fu collaboratore di Giovanni Gentile nella stesura della riforma Gentile e uno dei fondatori della casa editrice “La Nuova Italia”. s . 3.2 L a for maz i one de gl i i nse gnanti In una soc ie tà tota lme nte diffe re nte da lla pre c e de nte si sviluppò la «ne c e ssità di un e duc a tore c on un a lto se nso di re sponsa bilità soc ia le c he induc a , ne lla sc uola e fuori, a d e sso c ome ma e stro di vita . […] Solo c osì e gli potrà inte nde re l’ invito a c onside ra re l'inse gna me nto c ome una missione di c iviltà . Inoltre sia de tto be n c hia ro c he e gli a vrà bisogno di un me todo dida ttic o c he dovrà se mpre a ffina re sia me dita ndo sul proprio inse rime nto e sui risulta ti otte nuti, sia pa rte c ipa ndo c on vivo inte re sse a l movime nto pe da gogic o ita lia no è stra nie ro.» 46 Il fulc ro de l proble ma e ra già sta to porta to a lla luc e ne l 1942 da B otta i, Ministro fa sc ista de ll’E duc a z ione Na z iona le , il qua le dispose un pia no di a ttua z ione pe r nuovi C e ntri Dida ttic i Na z iona li de dic a ti a i me todi d’inse gna me nto e d a ltre que stioni a d e ssi c onne ssi. Na tura lme nte die tro que sto ge sto c ’e ra no obie ttivi fa sc isti e i nuovi proge tti, dopo la c a duta di Mussolini, rima se ro pe r l’a ppunto ina ttua ti. L i a ttue ra nno poi i Ministri de moc ristia ni, istitue ndo C e ntri Dida ttic i pe r ogni ordine sc ola stic o. E rne sto C odignola 47 ric onosc e va l'e rrore de lla R iforma Ge ntile c he a ve va imposta to il Ma gistra le c ome una sc uola pre va le nte me nte uma nistic a , di fa tto una “ brutta c opia ” de l lic e o, a ffe rma ndo c he «il proble ma e ra più profondo: si tra tta va di tra sforma re ra dic a lme nte lo spirito de ll'inse gna me nto ma gistra le , di fa re de i ma e stri de lle a nime vive , c olte e ric c he di iniz ia tiva e di fe rvore . Alla prova de i fa tti il fa llime nto è sta to c omple to. Oc c orre ora ric ominc ia re da c c a po».

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi