Skip to content

Leni Riefenstahl e l’estetica nazionalsocialista

Informazioni tesi

  Autore: Nicolas Zaganelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere
  Relatore: Maria Malatesta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

Con questo elaborato ho cercato non solo di mostrare la straordinaria esistenza ed il lavoro della “regista del nazismo” ma anche di analizzare, per sommi capi, alcuni dei più interessanti aspetti correlati all’estetica e all’iconografia del nazionalsocialismo tedesco. Essendo il nazismo un argomento dalla bibliografia sterminata, ho cercato di soffermarmi sulle cose che a mio avviso sono spesso travisate o in qualche modo eccessivamente semplificate, cercando di dare una visione il più possibile personale. È indubbio che per capire il fanatismo del regime hitleriano la vita di una figura fuori dal comune come Leni Riefenstahl non è certo la più indicata. Ma non era questo ciò che mi ero prefisso. Volevo invece mostrare il suo essere unica e straordinaria, il suo essere controcorrente in un periodo storico in cui l’irreggimentazione e il conformarsi erano una realtà dogmatica e lo scostarsi da questo una cosa tanto pericolosa da rischiare la vita. Ho voluto mostrare la sua fenomenale accortezza e l’invidiabile equilibrio al quale, con ogni probabilità, deve una vita artistica e personale tanto lunga.

Informazioni tesi

  Autore: Nicolas Zaganelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere
  Relatore: Maria Malatesta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Con questa tesi ho cercato di analizzare il ruolo che ha avuto la regista, attrice e fotografa tedesca Leni Riefenstahl, nel suo ruolo di autrice di film e documentari, in particolare al servizio del regime nazionalsocialista tedesco. Per fare ciò sono partito dalla suo autobiografia. Essa è stata pubblicata in Italia col titolo di Stretta nel tempo. Storia della mia vita 1 da Bompiani. Di fatto poi, nella sua lunghissima vita, muore infatti a 101 anni, la regista non prenderà mai una vera e propria pausa. Un’esistenza che si può definire, senza esagerazioni, una vera e propria epopea, così come la sua figura un mito, come la definisce il regista, scrittore e sceneggiatore ferrarese Michele Sakkara nel suo libro del 2009 dal titolo Leni Riefenstahl. Un mito del XX secolo. 2 Una figura tanto geniale e poliedrica da riuscire ad avere una carriera florida e di successo anche dopo la caduta dell’ideale nazista. Proprio alla sua scaltra decisione di non aderire al regime (Hitler era infatti tanto estasiato da lei da non obbligarla mai ad iscriversi al NSDAP) deve il suo lavoro post bellico. Nonostante l’ostracismo di taluni che la perseguiterà per il resto della vita, riuscirà comunque a girare il mondo e ad affermarsi come fotografa e documentarista, sebbene l’immediato dopoguerra sia stato molto difficile per lei e, ancora oggi, sia spesso associata alle sole produzioni naziste, per le quali è universalmente nota al grande pubblico. Dopo la sua morte sono stati pubblicati svariati volumi a lei dedicati, non solo in lingua tedesca, per rendere omaggio al suo genio ma soprattutto per fare chiarezza sulla sua figura che, per via della collusione col regime è sempre stata, almeno in parte, banalizzata e misconosciuta. Proprio questo sarà il motivo che la porterà a scrivere di sé, non per redimersi agli occhi del mondo ma per raccontare della propria vita e delle proprie scelte, dai primi ricordi infantili agli anni della vecchiaia. Questo testo è stato però solo un punto di partenza per poter non solo esplorare la vita di una delle più interessanti ed enigmatiche personalità del Terzo Reich sopravvissute alla guerra, ma anche un’occasione per riflettere sul ruolo fondativo che ebbe il suo lavoro per l’estetica nazista e viceversa, in un processo osmotico nel quale la regista farà conoscere se stessa e l’ideale hitleriano al mondo. Il trattare un argomento legato alla Germania nazista potrebbe sembrare un’idea tutt’altro che originale ma ho cercato di farlo con uno sguardo il più possibile rivolto all’attualità. Anche oggi infatti la violenza talvolta esplode, con i dovuti distinguo, anche per le strade d’Europa. Una violenza figlia di idee integraliste e assolutamente riluttanti al dialogo proprio come quella 1 Leni Riefenstahl, Stretta nel tempo. Storia della mia vita (Memoiren), prefazione di Enrico Ghezzi, Bompiani 2000 2 Michele Sakkara, Leni Riefenstahl, Un mito del XX secolo, Chieti, Solfanelli, 2009

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

nazismo
estetica
guerra
nazionalsocialismo
seconda guerra mondiale
hitler
olympia
olimpiade
leni riefenstahl
ww2

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi