Skip to content

''Elegies for a dying city'': l'immagine della città di Berlino nelle Berlin Stories di Christopher Isherwood

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: ''Elegies for a dying city'': l'immagine della città di Berlino nelle Berlin Stories di Christopher Isherwood, Pagina 2
 2
pubblici dona una libertà di movimento mai vista prima e trasforma 
inevitabilmente i rapporti degli uomini con la città e tra di loro. Il singolo 
stenta a riconoscere la città, non si sente più parte di una comunità e inizia a 
estraniarsi sempre più dalla società. Questo atteggiamento viene ripreso 
dagli artisti che per tutto il secolo focalizzano l’attenzione sul singolo 
individuo. Baudelaire, nelle sue poesie, pone sempre il poeta-osservatore al 
di fuori della realtà che osserva, nella sua solitudine:  
     Multitude, solitude: termes égaux et convertibles pour le poète 
actif et fécond. Qui ne sait pas peupler sa solitude, ne sait pas non 
plus être seul dans une foule affairée. Le poète jouit de cet 
incomparable privilège, qu’il peut à sa guise être lui-même et autrui. 
Comme ces âmes errantes qui cherchent un corps, il entre, quand il 
veut, dans le personnage de chacun. Pour lui seul, tout est vacant; et 
si de certaines places paraissent lui être fermées, c’est qu’à ses yeux 
elles ne valent pas la peine d’être visitées. 
     Le promeneur solitaire et pensif tire une singulière ivresse de cette 
universelle communion. Celui-là qui épouse facilement la foule 
connaît des jouissances fiévreuses, dont seront éternellement privé 
l’égoïste, fermé comme un coffre, et le paresseux, interné comme un 
mollusque. Il adopte comme siennes toutes les professions, toutes les 
joies et toutes les misères que la circonstance lui présente.
1
 
(BAUDELAIRE, 1862) 
   
     La Seconda rivoluzione industriale, affermatasi tra gli anni Settanta 
dell’800 e la Prima guerra mondiale, con le ulteriori innovazioni 
dell’elettricità, dell’organizzazione taylorista e fordista del lavoro e la 
nascita della produzione di massa o più specificatamente, della catena di 
montaggio, conduce verso la metropoli industriale modernista della prima 
                                                 
1
 “Moltitudine, solitudine: termini equivalenti e convertibili per il poeta attivo e fecondo. 
Chi non sa popolare la sua solitudine, non sa neppure restare solo in mezzo a una folla 
indaffarata. Il poeta gode di questo incomparabile privilegio: che può essere, a suo 
piacere, se stesso e un altro. Come quelle anime erranti che cercano un corpo, egli sa 
entrare, quando vuole, in qualunque personaggio. Soltanto per lui, tutto è vacante. E se 
certi luoghi sembrano essergli preclusi, è perché ai suoi occhi non valgono la pena di 
esser visitati. Il passeggiatore solitario e pensoso ricava un'ebbrezza singolare da questa 
universale comunione. Colui che facilmente si sposa alla folla, conosce le gioie febbrili di 
cui saranno privati eternamente l’egoista, chiuso come un forziere, e il pigro, internato 
come un mollusco. Lui sa fare proprie tutte le professioni, tutte le gioie e tutte le miserie 
che le circostanze gli presentano” (traduzione mia). 
 

Preview dalla tesi:

''Elegies for a dying city'': l'immagine della città di Berlino nelle Berlin Stories di Christopher Isherwood

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sara Galletti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Valerio De Angelis
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 169

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

auden
berlino
cabaret
christopher isherwood
dorati anni venti
espressionismo
flaneur
hitler
landauer
metropoli
nollerndorfplatz
nollerndorfstrasse
nowak
omosessuale
sally bowles
spender
triangolo rosa
vittorianesimo
weimar
weltstadt

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi