Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La compressione dei diritti costituzionali in ragione della lotta al terrorismo: il caso americano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Cap. 1 - Il terrorismo: le nuove paure e le questioni che si aprono 5 avesse da temere grandi guerre (né rivolte né conquiste), come una delle cause che rendevano facile la conservazione della repubblica democratica 7 . A differenza, infatti, degli stati continentali, gli stati “insulari” hanno sempre potuto godere di una maggiore sicurezza interna rispetto ad eventuali attacchi esterni. In ragione di ciò è opportuno rivolgere le proprie attenzioni ai possibili risvolti ed i prevedibili pericoli cui le democrazie liberali sono esposte, in quanto “ad una insicurezza persistente derivante da un pericolo esterno o interno di tipo terroristico, potrebbe corrispondere una crisi od un riflusso delle stesse libertà democratiche e degli standard tipici dello Stato di diritto proprio in quegli ordinamenti che ne sono stati la culla” 8 . De Vergottini ci ricorda come una guerra 9 abbia sempre comportato ed implicato, nella storia dell’umanità, non solo una limitazione dei diritti in via di fatto, ma anche l’attivazione di leggi volte ad introdurre formalmente lo stato di guerra. Occorre dunque riflettere ed analizzare attentamente il problema della limitabilità dei diritti, vagliare quali siano i diritti interessati ed attraverso quali provvedimenti e misure ciò possa avvenire. Nell’età moderna della globalizzazione e delle comunicazioni, si può pensare, senza alcun dubbio, ai diritti riguardanti l’uso dei mezzi d’informazione, le cui limitazioni si giustificherebbero in ragione di una maggior sicurezza nazionale ed internazionale e quelli che concernono i controlli e la riservatezza personale. De Vergottini pone giustamente l’accento su come “anche senza guerra in senso proprio le semplici misure di polizia per la prevenzione e per la repressione del terrorismo potrebbero far 7 Alexis de Tocqueville, La democrazia in America, Milano, 1996, p. 279. 8 Lanchester F, vedi nt. 5. 9 Non tutti i commentatori sono convinti che si tratti di una vera guerra ed evidenziano il fatto di come gli attacchi terroristici possano essere qualificati come “crimini contro l’umanità” (vedi cap. 1 par. 3) o come il caso Enron possa aver influito sulle decisioni del Governo americano. Per approfondimenti sulla vicenda Enron visionare: , consultato il 16/06/2003.

Anteprima della Tesi di Michele Martellino

Anteprima della tesi: La compressione dei diritti costituzionali in ragione della lotta al terrorismo: il caso americano, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Michele Martellino Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5005 click dal 21/10/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.