Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

"Ti o visto nella foto e sembra che non hai cambiato niente". L'emigrazione tra corrispondenza e fotografia.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 L’unificazione italiana trasformava cosi l’arretratezza dell’area meridionale in questione nazionale. Il Mezzogiorno diventava il banco di prova della rivoluzione borghese e, dello sviluppo del capitalismo in Italia. Lo sviluppo della grande industria del Nord avviava la trasformazione dell’Italia da paese agricolo a paese industriale non poteva che aggravare la condizione della già arretrata società meridionale. “Ciò che per il settentrione è stata la grande industria, per il Meridione è stata l’emigrazione. In questo modo con diversi mezzi, il nuovo regime soddisfaceva gli antichi bisogni delle popolazioni.” 1 Questo giudizio deriva dall’interpretazione liberale dell’emigrazione, come “valvola di sfogo” come strumento naturale, per la soluzione della questione meridionale attraverso la riduzione dello sviluppo agricolo. Sostanzialmente l’emigrazione è sempre stata incoraggiata, quando non “programmata”, dai governi italiani succedutesi nel tempo. Così come sottolinea Candeloro “l’emigrazione divenne un elemento essenziale dell’equilibrio economico - sociale italiano proprio nel periodo in cui si verificò il decollo industriale dell’Italia nord occidentale e rimase da allora in poi una condizione necessaria dello sviluppo economico italiano.” 2 1 F. COLETTI, Dell’emigrazione italiana in Cinquant’anni di storia italiana ,vol.3 pag.216 2 G. CANDELORO, Storia dell’Italia Moderna VI, 1871 - 1896 Feltrinelli Milano, 1970.

Anteprima della Tesi di Angelina Vivona

Anteprima della tesi: "Ti o visto nella foto e sembra che non hai cambiato niente". L'emigrazione tra corrispondenza e fotografia., Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Angelina Vivona Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1871 click dal 04/11/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.