Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I fondamenti biologici del linguaggio secondo Noam Chomsky. Grammatica Universale e dati sperimentali.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

INTRODUZIONE  la luce delle ricerche più recenti; la definitiva apertura, si vede dagli ultimi scritti, nei confronti degli assunti della teoria evoluzionista. Si fornisce inoltre un quadro paradig- matico di riferimento della teoria della Grammatica Universale. Il terzo capitolo, "La linguistica generativa", introduce i principali aspetti forma- li della teoria della Grammatica Universale, secondo quelli che sono gli sviluppi degli anni ’80 e ’90, ovvero la teoria dei principi e dei parametri e le nuove proposte teoriche del Programma Minimalista. Attraverso alcuni cenni, si fa luce sullo stato dell’arte in merito alle ricerche in ambito linguistico sull’apprendimento della lingua. Questo argo- mento verrà ampliato nel sesto capitolo, dedicato a tre importanti ricerche sperimentali sulle basi neurologiche dell’apprendimento della sintassi. Il quarto capitolo, "Razionalismo, innatismo e modularità del linguaggio", con- tiene riferimenti alla dottrina cartesiana e al (parziale) recupero operato da Chomsky di alcune di queste posizioni, secondo una chiave di lettura attuale. Dal momento che in ambito filosofico (e, per quello che concerne l’argomento del nostro lavoro, l’ambito è quello della filosofia della mente) si manifestano accese critiche al modello di ricerca chomskiano, vengono qua accennate alcune posizioni alternative a Chomsky e le condi- zioni di rifiuto dell’innatismo e del modularismo chomskiano. Il quinto capitolo, "Linguistica e basi biologiche del linguaggio", affronta un quadro generale delle discipline che studiano la natura biologica del linguaggio. Neuro- scienze, neurolinguistica, psicolinguistica, forniscono oggi alcune prove a sostegno di una componente cerebrale innata e specifica per il linguaggio. Limiteremo le nostre os- servazioni ad argomenti che più da vicino riguardano la riflessione chomskiana. A tale proposito, in questo ambito non mancano le critiche a Chomsky: vedremo in particolare che alcuni dei dati tradizionalmente presi dai linguisti come conferma dell’ipotesi di una facoltà del linguaggio innata e modulare contrastano con altre evidenze sperimentali. Questo non può che aprire la possibilità di un ripensamento soprattutto su un aspetto, quello della modularità della mente, che in Chomsky ha una certa importanza (ma co- munque non in modo “forte” come ad esempio in Fodor): vedremo infatti che in un re- centissimo contributo il linguista americano presenterà alcuni interessanti cambiamenti di prospettiva. Il sesto capitolo passa in rassegna tre recenti ricerche sperimentali, le quali, per caratteristiche dell’équipe di ricerca, per la metodologia utilizzata, e soprattutto per i ri- sultati ottenuti, sembrano confermare la validità di un approccio interdisciplinare per lo studio del linguaggio, ma sopra ogni cosa sembrano conferire una validità di costrutto

Anteprima della Tesi di Lorenzo Messeri

Anteprima della tesi: I fondamenti biologici del linguaggio secondo Noam Chomsky. Grammatica Universale e dati sperimentali., Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Lorenzo Messeri Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 24340 click dal 21/10/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.