Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il processo penale alle persone giuridiche nel d. lgs. 8 giugno 2001, n. 231

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Nel contesto storico descritto si inserisce, dunque, la normativa italiana del nuovo decreto legislativo sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche; manovre precedenti per delineare una forma di responsabilità a carico degli enti erano state sviluppate in un arco di tempo relativamente recente, tra il 1997 e il 2000. Tra i primi antecedenti alla normativa in esame è utile ricordare la legislazione in materia ambientale, con la quale si è passati da un modello puramente risarcitorio derivante dalla responsabilità civile, alla previsione di sanzioni direttamente a carico dell’ente. L’iniziativa, però, insieme ad altre, si risolve in nulla, viste le forti resistenze alle innovazioni 9 da parte del nostro sistema. Per avere una svolta sostanziale nel sistema penalistico italiano si deve aspettare il 2000, quando con la legge 29 settembre 2000, n. 300, il legislatore italiano ratifica e dà esecuzione alle tre Convenzioni, - in riepilogo: Convenzione sulla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee, Convenzione relativa alla lotta contro la quale sono coinvolti funzionari delle Comunità Europee o degli stati membri dell’Unione europea, Convenzione OCSE sulla lotta alla corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle operazioni economiche internazionali - rappresentando il primo intervento 10 adottato per adeguarsi all’ampio movimento di riforma della politica internazionale. 9 Per un quadro sui precedenti tentativi di attribuzione di responsabilità alle persone giuridiche nel nostro ordinamento, si faccia riferimento a SANTI, op. cit., 35, e, in aggiunta, ALESSANDRI, Riflessioni penalistiche sulla nuova disciplina, in AA. VV., La responsabilità amministrativa degli enti. D. lgs. 8 giugno 2001, n. 231, Milano, 2002, 39. 10 Il processo di ratifica ed esecuzione della Convenzione è stato complesso, con tratti «che osiamo definire “pirandelliani” - con riguardo alla legge delega - e “kafkiani” - quanto al decreto n. 231 del 2001». Il ritardo, con cui l’Italia si è adeguata al panorama internazionale, è comunque in parte giustificato vista la volontà politica e amministrativa di procedere contemporaneamente alla ratifica della Convenzione e alla sua piena attuazione, deliberando subito circa l’idoneità del nuovo sistema sanzionatorio rispetto ai principi del nostro diritto penale. Difatti, è stato necessario, in seguito all’introduzione di nuove ipotesi di reato, un preliminare adattamento del nostro ordinamento, poiché in materia penale vige il principio di tassatività e legalità, per cui sarebbe stato impossibile legiferare mediante rinvio, partendo da un generico obbligo internazionale penalistico. Le modalità con cui l’Italia ha proceduto «le fanno onore», soprattutto in comparazione alle esperienze di altri Paesi, che, pur avendo provveduto più celermente a ratificare la Convenzione, non hanno però previsto norme di attuazione adeguate tanto da essere poi richiamati sul punto dallo stesso Gruppo OCSE. Cfr. SACERDOTI, a cura di, La responsabilità d’impresa e strumenti internazionali anticorruzione. Dalla Convenzione OCSE 1997 al decreto n. 231/2001, Milano, 2003, 80 ss.

Anteprima della Tesi di Ilenia Porro

Anteprima della tesi: Il processo penale alle persone giuridiche nel d. lgs. 8 giugno 2001, n. 231, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Ilenia Porro Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5225 click dal 22/10/2004.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.