Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La caduta del Muro di Berlino attraverso la stampa internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Tra questi due estremi, definiti da Murialdi come titolazione “fredda” e titolazione “calda”, le variazioni possibili sono molteplici, a seconda delle tradizioni giornalistiche di un paese, del tipo di quotidiano considerato e dell’atteggiamento del giornale in questione. Ad esempio, il quotidiano parigino Le Monde impiega quasi sempre una titolazione “fredda”, utilizzando caratteri molto stretti e piccoli per compilare titoli formati da frasi compiute, sempre costruite con il verbo e senza la soppressione dell’articolo. Nel giornalismo italiano, invece, si considera non adatto questo tipo di titolazione e si sostiene che bisogna esercitare un certo richiamo sul lettore con titoli marcati ed incisivi 16 . I titoli sono, dunque, il frutto di determinate esigenze giornalistiche e tecniche, ma anche di scelte e di intenzioni del giornale. Per questo motivo, ricorda Murialdi 17 , il lettore critico non deve limitarsi a giudicarne l’efficacia informativa e l’effetto che provocano su di lui, ma li confronta con il contenuto del testo per vedere se sono state operate forzature che possano in qualche modo distorcere l’informazione. La struttura del giornale, come si è visto nel paragrafo precedente, dipende da una gerarchia di eventi; tale gerarchizzazione trova una netta rilevanza nello spazio dedicato all’articolo e ancor più alla sua titolazione, poiché quest’ultima costituisce l’elemento di raccordo tra gerarchizzazione e stesura 18 ; se da una parte contribuisce ad orientare l’attenzione del lettore verso un articolo piuttosto che verso un altro, dall’altra parte essa è strettamente collegata con la stesura. Lo stesso si può dire delle riquadrature e dei caratteri tipografici degli articoli, i quali, unitamente alla titolazione, reintroducono entro la scrittura a stampa numerose componenti extralinguistiche venute meno nel passaggio dall’orale allo scritto. Questo carattere di intermediazione tra struttura complessiva del quotidiano e stesura dell’articolo, propria della titolazione, fa sì che questa venga a volte dominata dai valori sottesi alla strutturazione. Da ciò derivano le eventuali dissonanze di valori con il contenuto degli articoli, la cui maggiore obiettività viene in tal modo distorta. I problemi di natura semiologica riscontrati a proposito della titolazione e degli artifizi utilizzati per evidenziare maggiormente un articolo, divengono problemi linguistici quando si passa alla stesura. 16 Ivi, p. 16. 17 Ivi, p. 18. 18 G. Braga, op. cit., p. 49.

Anteprima della Tesi di Paola Abbate

Anteprima della tesi: La caduta del Muro di Berlino attraverso la stampa internazionale, Pagina 10

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paola Abbate Contatta »

Composta da 425 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9126 click dal 26/10/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.