Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'elaborazione casistica del diritto: esperienza romana ed anglosassone

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 In altri termini, con l’espressione diritto casistico, si indicherebbe, secondo l’opinione corrente 7 , il fatto che i principi giuridici vengono espressi dai giuristi sempre con riferimento alla prassi concreta, e che questa sensibilità al raggiungimento di una soluzione “giusta” dei casi, arricchisce progressivamente tutto il patrimonio che proviene dalla stratificazione della interpretatio. L’insieme di queste soluzioni è proiettato nelle opere dei prudentes, che conservano questa connotazione casistica. Non solo, anche la struttura dell’interpretatio scritta esprimerebbe, dunque, il collegamento inscindibile tra caso e soluzione, così che l’insieme degli scritti dei prudentes apparirebbe come una monumentale opera di raccolta casistica. La nascita della giurisprudenza romana 8 potrebbe identificarsi con tale opera e con l’inizio dell’attività dei pontifices, il collegio sacerdotale cui era affidato il compito, tra gli altri, di amministrare il rapporto della comunità con gli dei, il ius sacrum, ma anche quello di esercitare un controllo delle formule valide per i rapporti interindividuali, avendo così il 7 Compiutamente Vacca L., Contributo allo studio del metodo op.cit., 67ss., della stessa autrice La giurisprudenza nel sistema delle fonti op.cit., 6 ss., sul punto anche Vincenti U., Il valore del precedente nella tradizione giuridica europea (Padova 1998) 30 ss. 8 Il termine giurisprudenza, oggi, identifica quell’insieme di decisioni tecnico-pratiche che costituiscono il fondamento delle decisioni giurisdizionali, contrapponendola, in questo significato, alla dottrina, cioè alle opinioni espresse dai giuristi fuori dall’attività decisionale dei tribunali. I iurisprudentes romani, invece, sono i giuristi, e la giurisprudenza, nel senso romano del termine, è l’insieme delle opinioni che vengono formulate nella loro attività, così descritta, si identificherebbe con la dottrina, nel senso moderno.

Anteprima della Tesi di Luca Intennimeo

Anteprima della tesi: L'elaborazione casistica del diritto: esperienza romana ed anglosassone, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luca Intennimeo Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3336 click dal 27/10/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.