Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le opzioni reali nelle problematiche di gestione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

strategico interno: l’approccio delle opzioni reali funziona poiché permette al manager di carpire le opportunità insite in un investimento e di predisporre una flessibilità adeguata a livello di risorse umane, materiali ed immateriali, tali da permettergli di gestire al meglio le opportunità che l’incertezza futura gli presenta. Il metodo tradizionale del NPV assume come dati scenari attesi di cash-flow e presuppone che il management sia legato ad una determinata strategia operativa fissa ed immutabile. Tratta inoltre i progetti come indipendenti: si accettano tutti quei progetti il cui NPV sia positivo. Nel mondo reale fatto di incertezza ed interazioni competitive, comunque, i flussi di cassa stimati differiranno con ogni probabilità da quanto stimato dal management. Con il passare del tempo è verosimile anche una maggiore consapevolezza dell’impresa nei confronti degli scenari che si vanno dischiudendo, ciò può avvenire tramite una maggiore conoscenza delle proprie possibilità piuttosto che di quelle date dal mercato, ovvero un posizionamento sulla learning curve migliore. Nel momento in cui queste nuove informazioni divengono più chiare, e di conseguenza maggiormente manageable, i dirigenti sono in grado di modificare in maniera contingente la strategia operativa. Ad esempio il management si trova nella posizione di poter differire, espandere, contrarre, abbandonare o comunque modificare in differenti maniere l’investimento durante la sua vita. La flessibilità del management di adattare le azioni future al dispiegarsi dei futuri avvenimenti fornisce un’asimmetria nella distribuzione di probabilità del NPV che incrementa il vero valore dell’opportunità dell’investimento aumentando il potenziale di crescita e, nel contempo, limitando il potenziale di perdita alle aspettative iniziali del management in un contesto di gestione passiva. In assenza di tale flessibilità manageriale, la distribuzione di probabilità del NPV sarebbe ragionevolmente simmetrico, nel senso che, a priori, la probabilità di successo e di fallimento sarebbe la medesima. Quando la flessibilità manageriale è significativa, permettendo un migliore adattamento piuttosto che una maggiore protezione nei confronti degli eventi futuri, viene introdotto un taglio che rinforza i potenziali di crescita in maniera tale che la distribuzione diventi

Anteprima della Tesi di Stefano Marchetti

Anteprima della tesi: Le opzioni reali nelle problematiche di gestione, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Marchetti Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3634 click dal 29/10/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.