Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni: evoluzione e andamento dei prezzi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4. Problemi legati alla liberalizzazione Quando si parla di liberalizzazione del mercato, in settori di pubblica utilità come quello delle telecomunicazioni, regolamentazione e concorrenza anziché essere agli antipodi sono strettamente complementari; infatti per la creazione di una concorrenza stabile e strutturata non è sufficiente liberalizzare, ma occorre una regolazione che sia in grado di restringere alcuni vantaggi naturali dei quali godono gli incumbent monopolisti. Di seguito, vengono esaminati in maniera più approfondita i principali temi inerenti alla liberalizzazione del settore: il servizio universale e il suo finanziamento, il controllo delle tariffe finali, l’interconnessione; mentre l’undbundling e le tecnologie a larga banda verranno trattate nel quarto capitolo. 4.1. Il servizio universale Storicamente le autorità politiche imposero agli operatori monopolisti l’obbligo di fornire il servizio universale (Universal Service Obligation - USO), al fine di assicurare l’accesso e di erogare un livello minimo di servizi a tutti gli utenti che ne facessero richiesta, praticando un prezzo politico a prescindere dalla loro ubicazione geografica. Le ragioni che stanno dietro a tale obbligo sono prima di tutto date dal fatto che le telecomunicazioni come l’elettricità o l’acqua sono considerati servizi di pubblica utilità e quindi per questo devono essere disponibili a tutti, inoltre esse sono uno stimolo allo sviluppo economico (Clarich, 1999). Altra motivazione deriva dall’esistenza di significative economie di rete, che un mercato non regolato non sarebbe in grado di sfruttare pienamente, per cui la rete non conseguirebbe un livello di copertura sufficiente. L’USO può quindi essere visto anche come uno strumento per correggere questi fallimenti del mercato (Cremer et al. 2001).

Anteprima della Tesi di Ivan Giunchi

Anteprima della tesi: Liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni: evoluzione e andamento dei prezzi, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Ivan Giunchi Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6694 click dal 29/10/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.