Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La neuroeconomia ed il neuromarketing: analisi, valutazioni ed applicazioni.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 queste sono legate – comunque – ad un bagaglio molto forte di teorie ed applicazioni “classiche” delle quali non si libera mai. Lo scopo di questo lavoro è proprio quello di individuare come l’economia, ed il consumer behavior, si siano evoluti in seguito ad alcuni importanti progressi tecnologici e scientifici, con particolare attenzione al “bagaglio” preservato nell’inseguire il futuro, poiché – in economia – il cambiamento non è una rivoluzione, bensì un’evoluzione (almeno per quanto riguarda le dottrine economiche moderne). L’aspetto approfondito in questa opera è l’analisi delle nuove tecniche di neuroimaging cerebrale applicate all’indagine in campo economico (teoria dei giochi e delle utilità attese) ed in ambito del marketing, soprattutto dal punto di vista del consumer behavior (valutazione degli impatti neuronali di brand e messaggi pubblicitari). Il lavoro nel primo capitolo analizza le origini della neuroeconomia. Partendo dal filosofo che più di altri aveva intuito l’importanza e la centralità del distinguere – nell’uomo – il cervello come organo fisico e la mente come entità pensante, in relazione all’anima: Cartesio. Fondatore della filosofia moderna, egli per primo ha cercato di motivare su basi scientifiche il processo cognitivo umano. Il suo grande intuito lo porta molto vicino a scoperte anatomiche cerebrali, che solo in seguito saranno effettivamente considerate. Cartesio – quindi – è stato solo il punto di partenza, in seguito altre indagini sono partite alla conquista del cervello umano o della mente: la neurofilosofia, con la missione di fondere al suo interno campi di indagine molto distanti tra loro, ma intimamente connessi, la neuroscienza e la filosofia: l’impulso elettrico neuronale e l’idea. Operazione possibile grazie al progresso scientifico nell’indagine delle funzioni cerebrali dettato dal neuroimaging. E’ proprio grazie ai progressi in campo medico che il cervello non risulta più essere la “scatola nera” inviolabile, come sembrava fino a pochi anni fa, ma si

Anteprima della Tesi di Michael Liguori

Anteprima della tesi: La neuroeconomia ed il neuromarketing: analisi, valutazioni ed applicazioni., Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Michael Liguori Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13442 click dal 03/11/2004.

 

Consultata integralmente 52 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.